BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

SINDACATI E POLITICA/ Così Renzi completa la "rivoluzione Marchionne"

InfophotoInfophoto

La situazione circa il salario minimo è più complessa e lo stesso esecutivo non è d'accordo su una linea come su rappresentanza e sciopero. Certo è che se si facesse chiarezza sul tema della rappresentanza e dello sciopero sarebbe un grosso passo avanti.

È notizia di queste ore, intanto, il calo delle tessere che si registra in particolare in casa Cgil. La Repubblica, citando un documento interno del sindacato, afferma come a oggi manchino all'appello oltre 700mila tessere rispetto all'anno scorso. Ma la Cgil precisa: sono 110mila. Anche per la Cisl un calo, ma di altre dimensioni (70mila). Sebbene per la Uil si registri una leggera crescita (6mila), il re è nudo: il calo delle tessere è un indicatore - non l'unico - di quanto il sindacato oggi sia lontano dai problemi veri del lavoro. Si ricordi il recente caso Electrolux: i sindacati respingono la richiesta dell'azienda, ma i lavoratori scelgono di lavorare anche a Ferragosto. Un sindacato vicino ai problemi del lavoro darebbe risposte che si aspettano da troppo tempo e sulle quali, come si evince, sta procedendo il legislatore.

Al di là dei criteri di rappresentatività, la domanda vera per il sindacato è questa: chi e cosa oggi rappresenta?

 

Twitter @sabella_thinkin

© Riproduzione Riservata.