BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

QUO VADO?/ Checco Zalone e la "parabola" (dal lavoro alla politica) sull'educazione

Una scena del film (foto di Maurizio Raspante) Una scena del film (foto di Maurizio Raspante)

Anche il legame con la politica ha un aspetto interessante. Il senatore interpretato da Lino Banfi, che svolge il ruolo del “santo in paradiso”, ha però un aspetto non secondario: cioè di una politica vicina alla gente, accanto ai problemi. Ma soprattutto il senatore svolge il ruolo del più classico aiutante fiabesco, facendo emergere un aspetto non scontato: che per chiedere un aiuto e soprattutto per accettarlo occorre riconoscersi bisognosi. 

Per ultimo la carità. Appunto, non per compassione non per commozione, ma per educazione. Perché anche la carità necessita di un’educazione, altrimenti si riduce a un sentimentalismo che fa sì del bene, ma non genera un cambiamento della persona.

 

(scritto con Claudio Cogorno)

© Riproduzione Riservata.