BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCIOPERO OGGI / Agitazioni del 17 ottobre 2016: sanità privata in Campania, confermata la mobilitazione Cgil a Napoli

Sciopero oggi, 17 ottobre 2016: le agitazioni di giornata, ultime notizie e news live degli scioperi di inizio settimana. Sanità privata in Campania, manifestazione Cgil a Napoli

Sciopero oggi (Foto: LaPresse) Sciopero oggi (Foto: LaPresse)

Continua la fase di neutralizzazione dello sciopero trasporti sull’intera rete nazionale, con i prossimi sette giorni che invece vedranno i grandi scioperi della scuola, verso fine settimana contro Miur e la riforma Buona scuola. Le agitazioni di oggi, 17 ottobre 2016, vedono invece la presenza di uno sciopero del comparto di sanità privata in Campania: centro delle agitazioni sarà ovviamente Napoli che vedrà dalle ore 9.30 di questa mattina, in via Santa Lucia, la partenza della manifestazione verso piazza dei Martiri. Lo sciopero è stato preparato, indetto e organizzato dalla Cgil regionale con i commissari di Napoli e Campania, Walter Schiavella e Giuseppe Spadaro, oltre che il segretario generale della Funzione pubblica Cgil regionale e cittadina, Alfredo Garzi, che hanno voluto esprimere la rivendicazione in una nota. «Allo stato attuale, non abbiamo ricevuto comunicazioni da parte dell’Aiop (Associazione italiana ospedalità privata). Nessun passo indietro rispetto alle procedure di licenziamento, nessun passo in avanti rispetto alle rivendicazioni dei lavoratori. Quindi non esiste nessun elemento sufficiente a far rientrare la mobilitazione di lunedì 17 ottobre 2016». Secondo la Cgil la sanità privata in Campania fa subire ai cittadini incredibili prestazioni: «E’ inaccettabile – continuano i dirigenti della Cgil – che l’Aiop ricatti i cittadini attraverso spazi a pagamento sui quotidiani. Dimostri senso di responsabilità e discuta con le organizzazioni sindacali di tutte le vertenze riguardanti i lavoratori. Confermiamo, quindi la nostra mobilitazione e facciamo appello ai lavoratori affinché non si facciano incantare dalle sirene mediatiche», conclude la nota Cgil di Napoli.

© Riproduzione Riservata.