BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GI GROUP / In duemila a Destination Work: "Orientamento decisivo per trovare lavoro"

Destination Work 2016: l'open day dell'orientamento di Gi Group Destination Work 2016: l'open day dell'orientamento di Gi Group

"Non iscriversi alla facoltà universitaria sbagliata per un ventenne osserva Nodari - equivale per un over 50, a riconoscere quali fra le sue competenze sono divenute obsolete e far leva invece sui contenuti professionali che ancora possono essere apprezzati dal mercato". Ecco un primo tratto distintivo del "servizio al lavoro" di una grande agenzia. Nel merito è "lavoro" tutto quello che crea lvalore dentro l'azienda o fuori: perché chi è capace di rispondere ai need di un'organizzazione d'impresa, contribuisce anche alla crescita complessiva della società che è intorno a lui. Il tutto senza pregiudizi e attraverso invece una conoscenza dei trend economici e professionali. "In quella che resta la seconda economia manifatturiera d'Europa, la domanda di lavoro manuale qualificato sempre più qualificato resta elevata. Così come le competenze digitali: il piano "Industria 4.0" varato dal governo riconosce una dinamica trasversale a tutto il sistema produttivo. Tutti devono essere in possesso di uno stock di conoscenze digitali: basti pensare agli spazi che si vanno aprendo rapidamente nell'e-commerce o nella nuova logistica integrata". E' uno dei molti sentiment rafforzatisi in un vero sabato di lavoro a Gi Group.

© Riproduzione Riservata.