BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CONTRATTI STATALI / Rinnovo e aumento stipendi dipendenti: i sindacati chiedono 120 euro in busta paga (oggi 17 novembre 2016)

Contratti statali, rinnovo e aumento stipendi dipendenti: 20 euro in più in busta paga? Ultime notizie oggi 17 novembre 2016 in aggiornamento in tempo reale

Immagini di repertorio (LaPresse) Immagini di repertorio (LaPresse)

Sembra al momento in stallo la trattativa per il rinnovo dei contratti statali: il tavolo ufficiale tra governo e sindacati infatti non è ancora stato convocato e i dipendenti pubblici aspettando di sapere quale sarà il budget previsto per l'aumento degli stipendi. Lo stanziamento di 1,9 miliardi di euro annunciato dal governo non sarebbe infatti tutto destinato al rinnovo dei contratti statali visto che, come ricorda Forexinfo.it, questa cifra comprenderebbe anche le risorse per le forze dell’ordine. E ancora non è stato indicato l'importo previsto solo per l'aumento degli stipendi dei dipendenti pubblici. Il rinnovo dei contratti statali, per i sindacati, a un aumento degli stipendi dei dipendenti della Pubblica Amministrazione. Gli stipendi infatti sono bloccati da sette anni e secondo le parti sociali "gli aumenti dovranno essere in linea con gli incrementi registrati nei comparti del settore privato con buste paga cresciute nella scorsa estate di circa 120 euro".

I sindacati aspettano, per quanto riguarda il rinnovo dei contratti statali, l'avvio delle trattative vere e proprie con il governo. La questione ancora sul tavolo è in particolare quella che riguarda il budget stanziato dal governo per l'aumento degli stipendi dei dipendenti pubblici. I contratti statali sono bloccati dal 2009 quindi da sette anni e ora devono essere sbloccati, come ha stabilito la Corte Costituzionale. Il governo martedì scorso, in un incontro nelle sede della Funzione Pubblica tra i sindacalisti della Confsal Unsa e della Fials Confsal e la delegazione del ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia, ha sottolineato che "si impegnerà a massimizzare il più possibile le risorse da destinare ai rinnovi", come riferito dai sindacalisti che avevano minacciato lo sciopero della fame se non ci fossero state rassicurazioni sul rinnovo dei contratti statali. Le parti sociali attendono però ora la convocazione del vatolo ufficiale per l'aumento degli stipendi dei dipendenti pubblici.

Ancora attesa per il rinnovo dei contratti statali bloccati da sette anni. Il blocco è stato definito illegittimo dalla Corte Costituzionale lo scorso giugno e ora i dipendenti pubblici aspettano di conoscere lo stanziamento del governo. Finora l'accordo sul budget da destinare all'aumento degli stipendi dei dipendenti pubblici è uno dei nodi che restano da sciogliere tra governo e sindacati. Il governo Renzi ha annunciato uno stanziamento complessivo di 1,9 miliardi di euro per la pubblica amministrazione. Non si tratta quindi di un budget destinato solo al rinnovo dei contratti statali. Come si legge su International Business Times, secondo i calcoli del Sole24ore, la cifra sarebbe così suddivisa: "300 milioni di cui si parla dallo scorso anno, ma mai utilizzati; 140 milioni per le assunzioni della scuola; 510 milioni, solo per il 2016, per il rinnovo del bonus 80 per i dipendenti statali, così come i privati; altre risorse, non quantificate per le altre assunzioni nella pubblica amministrazione". Dunque lo stanziamento per i contratti statali si fermerebbe "sotto quota 700 milioni, circa 20 euro in più in busta paga".

© Riproduzione Riservata.