BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

CONSIGLI NON RICHIESTI/ Tre "dritte" sul lavoro per riavvicinare i giovani al Pd

Matteo Renzi (LaPresse)Matteo Renzi (LaPresse)

Per quel che riguarda la regolamentazione del lavoro, ritengo che vada abolita quella "boiata pazzesca" del Decreto Poletti: tre anni di contratto determinato acausale è cosa che non si può vedere. Andrebbe poi formata la Polizia locale per intensificare l'attività degli ispettori del lavoro nel contrasto al lavoro nero (realizzando anche rotazione delle unità in organico tra comuni) o per verificare il corretto utilizzo dei voucher lavoro. Bisognerebbe poi mettere degli exit-free agli stage extra-curriculari (il costo della ricollocazione dei giovani che dopo lo stage restano a casa lo deve pagare l'azienda, non la collettività!).

Tra pochi mesi ci sarà il nuovo congresso del Pd. Forse, ma dico forse, se si parlasse di queste cose qualche giovane in più si potrebbe anche iscrivere (non esageriamo) o quanto meno potrebbe pensare di partecipare all'attività politica del partito. 

© Riproduzione Riservata.