BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IDEE/ Scuole-imprese, la mossa per portare i giovani al lavoro

Infophoto Infophoto

Anche con solo questi pochi dati, la ricerca Istat si presta a molte riflessioni per politiche territoriali mirate ed emerge come sia necessario potenziare gli interventi e gli impegni sui percorsi di formazione professionale. L’economia del nord è ancora in grado, nonostante la crisi e le ristrutturazioni avvenute, di attrarre giovani anche in assenza di preparazione professionale. Addirittura senza concludere nessun percorso formativo dopo la media inferiore. Di riflesso la scuola secondaria è per il mezzogiorno il contenitore di giovani che non hanno alternativa attraverso percorsi più vicini a dare sbocchi professionali.

Aprire allora una formazione professionale legata ai sistemi di impresa territoriali è indispensabile sia per affrontare il tasso di abbandono scolastico, sia per operare una correzione di una “scuola parcheggio” che non orienta a ricercare le proprie competenze professionali. Abbinato all’apprendistato si darebbe vita a un sistema duale, scuola-lavoro, che è un po’ da tempo la richiesta che emerge da realtà giovanili e delle imprese. L’impegno a partire anche quest’anno c’è stato. Auguriamoci non venga reso inefficace da soliti interventi regionali che invece di innalzare gli obiettivi minimi nazionali riescono a disperdere risorse ed energie.

© Riproduzione Riservata.