BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CONTRATTI E LAVORO/ "L'occasione d'oro" per Confindustria e co.

Infophoto Infophoto

Resta il fatto che, con la crescente contrattazione aziendale, il sistema datoriale - molto più in crisi a livello di rappresentanza di quanto non lo siano i Sindacati, come abbiamo già scritto - ha bisogno di ridarsi un orizzonte. Le aziende, contrattando direttamente, potrebbero scoprire di non avere convenienza a restare all'interno del sistema.

Se guardiamo ai nostri partner europei - in particolare a Germania e Francia - ci accorgiamo che la pratica delladerogabilità assistita è piuttosto diffusa. Derogabilità assistita, concretamente, significa accompagnamento (in forma di consulenza e/o assistenza) delle organizzazioni nazionali (delle Associazioni datoriali e del Sindacato dei lavoratori) laddove in azienda o sul territorio si avvii un tavolo negoziale. Le strutture nazionali delle Associazioni di impresa e del Sindacato possono partecipare anche alle trattative; è però solo dell'azienda e del sindacato aziendale e/o territoriale il potere di firma dell'accordo, anche quando in deroga al Ccnl e a fronte di parere contrario delle strutture nazionali.

Inoltre, nel caso in cui non vi fosse una rappresentanza sindacale o l'azienda non fosse iscritta ad alcuna Associazione, comunque l'impresa dovrà informare le organizzazioni sindacali e datoriali della volontà di avviare un percorso contrattuale con i propri lavoratori. Tale informativa si rivelerebbe occasione di promozione sia per il Sindacato nazionale che per l'Associazione datoriale. In ogni caso, non è obbligatorio il coinvolgimento del Sindacato nazionale o della sigla datoriale nella trattativa interna.

È evidente che le imprese hanno più bisogno del Sindacato aziendale/territoriale di essere assistite; e, in poche parole, nella derogabilità assistita queste sono assistite dalle loro Associazioni nel rispetto e nella libertà di scelte strategiche e contrattuali. Ecco cosa può dare una nuova prospettiva al sistema delle relazioni industriali e, in particolare, a quello datoriale.

 

Twitter @sabella_thinkin

© Riproduzione Riservata.