BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FORMAZIONE LAVORO / Toffoletto (Polo Legno Arredo): "Turnover generazionale? Partiamo dalle micro-storie d'impresa"

Il plastico della nuova sede del Polo Legno Arredo di Lentate sul Seveso Il plastico della nuova sede del Polo Legno Arredo di Lentate sul Seveso

Fra le "buone notizie" date dall'Istat v'è l'evidenza di una propensione dei giovani imprenditori ad assumere dipendenti. E' l'effetto del Jobs Act?

"Preferisco rispondere raccontando un'altro caso concreto maturato attorno al nostro Polo. Fra i nostri allievi - e non si tratta dell'unica situazione - c'è il figlio di imprenditore del settore. Un giovane che al Polo ha scoperto un interesse speciale per la laccatura del legno. E questo gli ha fatto cambiare il suo itinerario formativo: che non prevede più il rientro immediato in azienda, ma un approfondimento delle competenze specifiche. Si sta formando un futuro imprenditore autonomo? Oppure una imprenditore di seconda generazione che porterà nell'azienda di famiglia nuove opportunità strategiche? Questo cammino personale sarà utile anche a creare nuovi posti di lavoro? Lo decideranno ancora una volta i talenti di una persona messi alla prova dell'esperienza. Quello che può e deve fare un sistema-Paese è creare le condizioni migliori perché ogni talento possa esprimere le sue potenzialità, realizzare ciò di cui è capace anche a beneficio degli altri".

Il prossimo anno formativo del Polo si annuncia di svolta: il premier Matteo Renzi, all'ultimo Salone del mobile ha visitato il vostro stand e il plastico della nuova sede.

Si, la predisposizone dell'area per la nuova sede è giù in corso e i lavori procedono  e "Entro fine anno la nuova sede dovrebbe essere completata. Sarà una costruzione in legno e dotata di importanti impianti fotovoltaici: in totale sintonia con la filosofia green economy che ispira l'approccio degli imprenditori italiani del legno-arredo e il loro impegno speciale sul fronte della formazione. Il progetto resta radicato nell'area originaria - nei pressi della stazione di Camnago-lentate delle Ferrovie Nord Milano, ma rinasce su una superficie di 9mila metri quadri appartenente al demanio militare e oggi in disuso. Il nuovo Polo avrà 1.500 metri quadri a disposizione e il loro lay-out sarà imperniato fra l'altro su laboratori hi-tech, su un "soppalco espositivo" e su un'aula polifunzionale. L'investimento ammonta a circa 3 milioni e sarà sostenuto per un terzo dalla Regione Lombardia, mentre la parte principale sarà finanziata dalla Fondazione che ha promosso il Polo e dai suoi soci, anche attraverso iniziative di crowdfunding. Vi sarà spazio per 16 classi e quindi per ospitare fino a 300 allievi. L''ITS per lo sviluppo del sistema casa nel made in Italy Rosario Messina" - questo il nome di battesimo del Polo di Lentate - tiene aperte attualmente 5 classi con 100 allievi. Ma il salto di qualità strutturale è giustificato sia dalla crescita lineare del Polo, sia dalle prospettive future di sviluppo dei percorsi scuola-lavoro. Un ITS di nuova generazione come quello di Lentate è in predicato di essere incluso nella cornice del nuovo apprendistato di terzo livello.

© Riproduzione Riservata.