BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

CONVEGNO GI GROUP / Galasso: "Ape, complementare e totalizzazione per le nuove pensioni"

Vincenzo Galasso (a destra) al convegno Gi Group-Fondazione KuliscioffVincenzo Galasso (a destra) al convegno Gi Group-Fondazione Kuliscioff

"Le riforme fatte fino al 1995 hanno chiaramente schermato le categorie già allora priviegiate sui requisiti di pensionabilità", ha osservato Galasso, bocconiano chiamato a consigliare la presidenza del Consiglio sulle politiche del lavoro. "In quello stesso periodo la Svezia ha sviluppato una manovra previdenziale nettamente orientata al contributivo e con un'apertura decisa alla previdenza complementare e un aggancio fra prestazioni pensionistiche e andamento del Pil. La riforma Fornero è stata promossa da istituzioni internazionali come l'Ocse: il governo come ha confermato il sottosegretario alla Presidenza Nannicini, vuole focalizzare gli aspetti migliorabili dell'impianto.

Palazzo Chigi è certamente orientato a rilanciare la previdenza complementare e congegnare l'Ape: misure di flessibilità in uscita che la stessa Fornero ha ritenuto ammissibili "in una fase di transizione".Riguardo la praticabilità di percorsi pensionistici in un mondo del lavoro caratterizzato da forte flessibilità, Galasso ha detto che il governo guarda certamente con interesse alla logica della "totalizzazione" più che a quella della "ricongiunzione": "Non è immaginabile lo shopping della migliore prestazione fra le diverse posizioni previdenziali di cui - oggi molto più che in passato - un lavoratore può ritrovarsi titolare". E' invece più corretto individuare meccanismi definito di interfaccia fra diversi investimenti previdenziali effettuati dal lavoratore presto istituti pubblici e presso fondi privati.

Al convegno hanno partecipato anche Giuliano Cazzola, Maria Luisa Gnecchi Commissione Lavoro Camera; Maurizio Petriccioli, Segretario confederale Cisl); Giuseppe Guttadauro, esperto di Previdenza Complementare; Alberto Brambilla, Presidente Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali; Giorgio Santini, Commissione Bilancio Senato.

© Riproduzione Riservata.