BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCIOPERO OGGI / Taxi a Milano, sospeso blocco selvaggio anti-Uber dopo incontro col Prefetto. Info e agitazioni (oggi 5 maggio 2016)

Sciopero oggi, le agitazioni di oggi, 5 maggio 2016: info e orari. Revocato lo sciopero di Telecom Italia in Emilia Romagna. Proseguono le agitazioni per la prova Invalsi

Immagini di repertorio (Infophoto) Immagini di repertorio (Infophoto)

È stato sospeso lo sciopero selvaggio dei taxi a Milano che per un giorno e mezzo ha di fatto bloccato il trasporto dei passeggeri per tutta la città: dopo l’incontro con il Prefetto di Milano Alessandro Marangoni sembrano convinti i tassisti riottosi a cessare le ostilità dopo 36 ore di paralisi semi-totale, dove hanno lavorato solo per donne in cinta e anziani, oltre che disabili e malati. Non tutti chiaramente hanno aderito alla protesta e alcuni sindacati hanno anche ufficialmente preso distanza dallo sciopero non annunciato e selvaggio. Questa mattina la piazza antistante la Stazione Centrale vruliacava di taxi con autisti in piena rivolta contro la circolare del Viminale che, a loro avviso, renderebbe più morbidi i controlli contro Uber e Uberpop. Il tutto dopo che il Comune aveva comunque rassicurato che i controlli sarebbero continuati come prima, vigilando sulle regole che Uber dovrebbe tenere per legge.

Grande agitazione a Milano con lo sciopero dei taxi in tutta la città per la rivolta anti-Uber, il noto ormai servizio di accompagnamento passeggeri personalizzato tramite app. Dopo lo sciopero selvaggio di ieri che ha bloccato per tutta la giornata il servizio taxi a Milano, tornano oggi altre agitazioni da stazione Centrale fino a piazza della Scala con il blocco che prosegue, salvo garantire servizi minimi a donne in gravidanze e anziani. Alcune decine di auto bianche sono arrivate questa mattina a Palazzo Marino: il motivo ulteriore della rivolta è da imputare alla circolare del Viminale che i tassisti temono ammorbidisca controlli e saloni contro le nuove piattaforme del trasporto persone, in stille Uber. Il Comune ha garantito che continuerò a sanzionare come prima le situazioni illegali, ma i taxi non ci stanno e proseguono la protesta ad oltranza. Questa mattina i rappresentanti delle sigle sindacali dei taxi hanno chiesto un incontro urgente con i vertici del Comune ai quali hanno anche scritto una lettera per sollecitare il grave problema dei trasporti a Milano.

Nuove agitazioni e scioperi previsti per oggi, giovedì 5 maggio 2016, soprattutto per quanto riguarda il settore Scuola. Continuano infatti le agitazioni iniziate ieri e legate alla prova Invalsi. Si tratta di due mobilitazioni a livello nazionale: la prima è indetta da da Sgb-Sindacato Generale di Base ed è uno sciopero breve di un'ora a inizio o fine turno per le prove Invalsi nella sola Scuola primaria. Il secondo sciopero, sempre breve, è indetto dal sindacato Usb-Pubblico Impiego e riguarda il personale docente durante le attività connesse alla prove Invalsi. I Cobas-Comitati di Base della Scuola proseguiranno invece la mobilitazione del personale docente e dirigente della Scuola primaria e Ata solo in Sardegna. E' stato revocato lo sciopero di Telecom Italia SpA che era stato annunciato per oggi in Emilia Romagna. L'agitazione era stata indetta dalla Rsu e avrebbe riguardato il personale Aou e Aol/Im, per 90 minuti con modalità varie, e il personale Asa Home negli ultimi 120 minuti si servizio e quello Asa negli ultimi 60 minuti.

© Riproduzione Riservata.