BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

RIFORMA PENSIONI 2016/ Simonetti: altro che Ape, sono già pronti Quota 100 e Ddl Damiano

InfophotoInfophoto

I sindacati potevano anche non esserci: per andare a fare i tappeti era meglio stare a casa. Anziché dire “signorsì” a una proposta vergognosa, forse era meglio non essere convocati e poter muovere delle critiche dal di fuori. Se non alzano la voce quando sono all’interno del tavolo con il governo, non so quando potranno iniziare a difendere davvero i diritti dei lavoratori.

 

La Commissione Ue avrebbe permesso di fare una riforma delle pensioni più costosa dell’Ape?

La Commissione Ue non deve preoccuparsi della riforma delle pensioni, ma del fatto che è incapace di essere vicina alle reali esigenze dei cittadini che comanda ingiustamente. Dico ingiustamente perché la Commissione Ue non è stata eletta da nessuno, e fa gli interessi delle lobby economiche anziché delle popolazioni da cui tra l’altro prende i soldi attraverso i vari trasferimenti dagli Stati nazionali.

 

A questo punto come Lega nord che cosa farete?

Come Lega nord noi abbiamo fatto tutte le proposte possibili per votare il ddl Damiano. In commissione Lavoro a oggi ci sono il ddl Damiano e la nostra proposta su Quota 100. Le quantificazioni sono note, cioè 5 miliardi di euro l’anno per 3 anni di anticipo. Troveremmo anche una soluzione per i lavoratori precoci che non rientrano in questa quantificazione. Noi proponiamo che lo Stato trovi le somme per attuare una flessibilità in uscita senza gravare ulteriormente sugli assegni già esili dei futuri pensionati.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
26/06/2016 - APE: ennesima truffa (Michele Ballarini)

Simonetti ha pienamente ragione, e la Lega avrà il mio consenso (siamo in quattro, in famiglia, che voteranno Lega, traditi dal PD). Il prestito pensionistico è ridicolo, una truffa, e i sindacati avrebbero dovuto considerare la proposta, o anche il solo annuncio (il governo non propone), irricevibile. La spesa pensionistica è elevata? Balle, le pensioni da noi sono tassate, e le tasse sono quattrini che ritornano allo Stato. La spesa previdenziale è, al netto delle imposte, in linea con quella degli altri principali Paesi europei e del tutto sotto controllo. Diciamo che a questo Governo fa comodo far credere il contrario, per appropiarsi delle risorse accantonate dai lavoratori (pensione = salario differito: sono trattenute sulla busta paga). Ulteriori ruberie dopo quelle perpetrate dal Governo dei "coccodrilli". Come farebbe altrimenti Renzi ad erogare le sue mancette da 80 euro, o i vari bonus (giovani, bebè, insegnanti): tutti provvedimenti non "sistemici", adottati solo per ingraziarsi le categorie beneficiarie. Renzi si rivela sempre di più per quello che realmente è: un imbonitore e un venditore di fumo.