BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIFORMA PENSIONI 2016/ Bonfanti (Fnp-Cisl): lavoratori precoci e usuranti, entro fine mese una soluzione

Un operaio che svolge un lavoro usurante Un operaio che svolge un lavoro usurante

Non è vero che sono esclusi. Quantomeno dalle discussioni che abbiamo avuto, il tema è se utilizzare l’Ape oppure degli altri strumenti. Per i lavori usuranti bisogna trovare una soluzione che consista nel cambiare la legge attuale, perché ci sono alcune categorie come gli edili che sono esclusi dall’uscita anticipata. Abbiamo incominciato la discussione per vedere quale sia lo strumento migliore per fare in modo che i lavoratori precoci e quanti svolgono mestieri usuranti possano uscire prima.

 

Quali sono le altre vostre richieste?

Tra le nostre richieste c’è la “no tax area”, la revisione della fiscalità sulle pensioni, il recupero del potere d’acquisto, il superamento dei problemi legati alla ripartizione tra previdenza e assistenza.

 

Il fatto che il governo vi abbia convocato è una svolta positiva?

Dal punto di vista del metodo ritengo che sia una svolta positiva. Dal punto di vista dei contenuti, tutti gli aspetti economici che saranno definiti nel corso del lavoro poi entreranno nella legge di stabilità oppure non troveranno una traduzione pratica. Poiché la nuova legge di stabilità dovrà essere definita entro il 15 settembre, i tempi sono ristrettissimi. Luglio è quindi il mese idoneo per trovare soluzioni abbastanza definitive.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.