BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

SPILLO/ Bonanni: così disoccupati e imprese rischiano la "beffa"

LapresseLapresse

Questo è un nodo che si può contribuire a sciogliere con incentivi mirati alle migliori pratiche, che concorrono a saldare l'esigenza di istruzione legata a periodi previsti dai percorsi di lavoro nei luoghi di produzione di beni e servizi. Le start-up, possono essere un altro ambito interessante da privilegiare con ulteriori incentivi per la crescita di queste attività promosse in gran parte da giovani; piccoli arbusti che si spera possano ben presto diventare alberi.

Anche il meridione d'Italia c'è bisogno che mantenga gli aiuti. Gli incentivi finora sono serviti a convincere molte imprese a uscire dall'elusione ed evasione contributiva, approfittando delle provvidenze, e sarebbe letale, per i buoni risultati ottenuti, farli venire meno. Anzi, è il caso di incrementare l'esperienza per bonificare la condizione triste di molte zone del Sud abbandonate al lavoro nero.

Il Ministro del Lavoro ultimamente ha rassicurato che non si abbandonerà il sostegno alle assunzioni e c'è da credere alla sua buona fede. Bisognerà vedere che ne pensa Renzi, impegnato come'è a inserire  nel suo racconto agli italiani nuovi spunti immaginifici per ottenere consensi. 

© Riproduzione Riservata.