BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BANDO ATA 2017 / Concorso Bidelli, 10mila posti: tutte le figure incluse nella selezione (oggi, 17 gennaio)

Bando Ata 2017, Concorso bidelli per 10mila posti: attesa per la pubblicazione del Mef e del Miur, ultime notizie di oggi 17 gennaio 2017. Requisiti, profili richiesti e novità sul bando

Bando Ata 2017 (LaPresse) Bando Ata 2017 (LaPresse)

C'è attesa per la pubblicazione del Bando Ata 2017 per 10.294 posti di lavoro. Il personale ATA, oltre ai bidelli (Ausiliari tecnici amministrativi), include anche le seguenti figure: aziende agrarie, assistente tecnico, assistente amministrativo, collaboratore scolastico, cuoco, infermiere e guardarobiere. E questi sono i posti che saranno messi a concorso con il Bando Ata 2017: 6949 posti per Collaboratore scolastico; 2103 posti per Assistente amministrativo; 790 posti per Assistente tecnico; 216 posti per DSGA; 87 posti per Cuoco; 81 posti per Addetto azienda agraria; 49 posti per Guardarobiere; 19 posti per Infermiere. Per ciascuna di queste figure esistono già delle graduatorie alle quali attingere per le prossime chiamate: chi è già presente in graduatoria dovrà compilare una domanda di conferma, mentre chi non è presente dovrà compilare una domanda relativa ad un nuovo inserimento in graduatoria.

Sono tante le novità sul Bando Personale Ata 2017 con il concorso pubblico atteso a giorni per almeno 10mila posti di bidelli e nuovi assistenti per scuole ed altri enti pubblici: tra queste, la nuova formula di domanda d’iscrizione presente in due modalità decise dal Mef e che saranno disponibili non appena pubblicato il bando di concorso sulla Gazzetta Ufficiale. Chi infatti vorrà essere ammesso alle nuove graduatorie Ata per il bando pubblico, dovrà compilare questi due modelli di domanda: modello D1, da presentare nella scuola scelta della Provincia in cui si vuol prestare servizio ma solo se ci si sta iscrivendo per la prima volta alle graduatorie ATA. Modelli D2, da presentare soltanto chi vuole aggiornale o confermare il proprio profilo o punteggio relativo al triennio precedente.

L’atteso Bando Ata 2017 per il concorso bidelli e assistenti verrà pubblicato nei primi due mesi di questo nuovo anno: tara fine gennaio e inizio febbraio è infatti attesa l’emissione del Governo tramite decreto legge in Gazzetta Ufficiale il bando per l’assunzione pubblica di 10.801 posti come bidelli e assistenti. Il personale Ata riguarda Ausiliari Tecnici Amministrativi, ovvero in termine gergale i bidelli, ma non solo: Il personale ATA amministrativo, tecnico e ausiliario statale degli istituti e scuole di istruzione primaria e secondaria, delle istituzioni educative e degli istituti e scuole speciali statali, assolve alle funzioni amministrative, contabili, gestionali, strumentali, operative e di sorveglianza connesse all'attività delle istituzioni scolastiche, in rapporto di collaborazione con il dirigente scolastico e con il personale docente. Il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) ha autorizzato un totale complessivo di 10.801 posti per l’a.s. 2016/2017, compresi anche i 507 accantonamenti (sui profili di DSGA, Assistente Amministrativo, Assistente Tecnico e Collaboratore Scolastico) per il personale soprannumerario delle province.

Per il concorso bidelli e personale Ata 2017 se il Miur riuscirà ad ottenere l’autorizzazione dal Mef nelle prossime settimane, il bando potrà essere diffuso e pubblicato in Gazzetta Ufficiale e prevederà 10294 posti di lavoro tra bidelli e assistenti oltre alle 507 assunzioni di profili DSGA, personale amministrativo e tecnico accantonati in precedenza. I profili ricercati nelle scuole per il 2017 serviranno a coprire questi posti disponibili, così suddivisi: 6949 posti per Collaboratore scolastico; 2103 posti per Assistente amministrativo; 790 posti per Assistente tecnico; 216 posti per DSGA; 87 posti per Cuoco; 81 posti per Addetto azienda agraria; 49 posti per Guardarobiere; 19 posti per Infermiere. Come riporta il portale Concorsi-Pubblici.org, le novità per il prossimo concorso Ata 2017 sono ancora minime ma si sa che al bando, che ha cadenza triennale, vi si accede dietro possesso dei titoli di studio richiesti per i singoli profili e ci sarà l’aumento di punteggio per tutti i possessori della Nuova ECDL.

© Riproduzione Riservata.