BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Inps News / Lavoratori nel privato: congedo parentale su base oraria, ecco cosa cambia (ultime notizie oggi, 2 gennaio 2017)

Inps news, ultime notizie dal mondo previdenziale italiano, oggi 2 gennaio 2017: online la domanda di riscatto per i periodi contributivi per la gestione dei dipendenti privati

Inps (Foto: LaPresse) Inps (Foto: LaPresse)

Come fissato oggi dallo stesso Inps, scattano novità sul fronte dei lavoratori che operano nel settore privato: con la circolare del 18 agosto del 2015 erano state illustrate le novità sul congedo parentale fruito in modalità oraria, e con la circolare del 29 dicembre 2016 si è di fatto confermato il tutto con un’ampia revisione sulle modalità di fruizione. Le novità vengono emesse e rese pubbliche oggi, 2 gennaio 2017, tramite il portale Inps disponibile gratuitamente online: «La Circolare 230 del 29 dicembre 2016 integra la circolare 152 in attesa di una più ampia revisione della materia che codifichi le diverse modalità di fruizione del congedo parentale e illustra le innovazioni apportate al flusso UniEmens. Tutte le nuove funzionalità saranno disponibili a partire dai flussi inviati successivamente all’1/1/2017. Le aziende saranno tenute alla compilazione dei nuovi elementi dal mese di competenza marzo 2017, ferma restando la necessità di adeguare anche le denunce pregresse a partire dalla competenza agosto 2015».

Il nuovo anno è ricco di novità per l'Inps e in particolare per il suo portale: negli ultimi mesi è stato avviato, infatti, un progetto di revisione del sito ufficiale dell'Istituto nazionale della previdenza sociale per renderlo più semplice, flessibile e moderno. L'obiettivo è di offrire una esperienza nuova d'uso e di soddisfare le necessità reali dell'utente. Tra le novità spicca un nuovo design per consentire una navigazione intuitiva su ogni dispositivo e il "Trova Servizio", uno strumento per ottenere una lista di servizi e contenuti personalizzabili. È stato anche creato un sistema di navigazione per identificare l'utente tipo, ma è previsto anche un profilo personale per organizzare la bacheca a seconda dei propri interessi. Il portale dell'Inps viene, dunque, concepito per trasformare l'esperienza dell'utente al suo interno. Il linguaggio è stato semplificato, ma è stato inserito un "Glossario" con la spiegazione dei termini tecnici. È stato realizzato un prototipo da provare, ma le funzionalità sono limitate, quindi sono fornite le linee principali del progetto. Clicca qui per scoprirlo.

Nelle prossime settimane il portale Inps vedrà un profondo restyling sia nel design che nei contenuti essenziali, portando a tutti gli utenti registrati al sistema Inps notevoli novità: sarà infatti finalmente attiva l’opzione di navigazione attraverso un profilo personale, «un modo semplice e immediato per segnalare i tuoi interessi e le tue preferenze, che ti permetterà in futuro di organizzare una bacheca con i tuoi interessi, servizi, news e messaggi, di ricevere suggerimenti e altro ancora. La porta d’ingresso verso un nuovo modo di concepire il portale, che si trasformerà gradualmente fino ad adattarsi a te in ogni pagina, indice, servizio.», riporta il lancio del nuovo portale Inps. In questi giorni è ancora disponibile il vecchio sistema che come spesso accade rimarrà in affrancamento per alcune settimane per permettere il perfetto landing. Tanti nuovi contenuti e un’interfaccia che cambierà sensibilmente: il portale dell’ente previdenziale vedrà una nuova grafica che si allinea agli standard moderni, consentendo una navigazione semplice e intuitiva su ogni dispositivo (desktop, tablet, mobile). La novità, sempre sul lato “social”, è la nascita di un progetto di coinvolgimento, “#INProgresS”: «un blog e un insieme di attività, strumenti e piattaforme che ti permetteranno di scoprire le funzionalità del nuovo sito e, se lo vorrai, di darci la tua opinione. Ci aiuterai così a migliorarlo, passo dopo passo, in un processo condiviso e partecipato che parte e finisce intorno alla tua persona».

Non sono poche le novità dal mondo Inps per questa fine 2016 ed inizio 2017 appena cominciato: sul settore dei pagamenti delle pensioni resta fermo il primo giorno bancabile, come stabilito dal decreto milleproroghe, mentre sul settore della riforma pensioni il governo sta attendendo prossimi sviluppi sul Jobs Act per capire i termini e i tempi di modifica della riforma sulle contribuzioni previdenziali. Intanto però il portale Inps annuncia come dal 30 dicembre scorso, è online la domanda di riscatto dei periodi contributivi nelle gestioni dei dipendenti privati, inclusa la gestione PALS. Gli utenti potranno scegliere di presentare le domande attraverso uno dei seguenti canali: si potrà scegliere il web, con il servizio online accessibile direttamente dal cittadino con PIN nel portale dell’Istituto dal Menu Servizi online>Accedi ai servizi>Menu Servizi per il cittadino> Riscatto di periodi contributivi. Ma è anche possibile il servizio Inps chiamando il Contact Center Multicanale – 803.164 (riservato all’utenza che chiama da telefono fisso) o al numero 06164164 (abilitato a ricevere esclusivamente chiamate da telefoni cellulari con tariffazione a carico dell’utente); da ultimo, saranno utilizzabili anche i Patronati attraverso i servizi telematici offerti. I termini della presentazione telematica delle domande di riscatto è fissata entro il 1 aprile 2017. Fino a tale data l’Istituto continuerà a gestire le domande presentate mediante la modulistica cartacea disponibile nella sezione Modulistica del sito Inps.

© Riproduzione Riservata.