BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

PENSIONI NOVITÀ 2017 / Ultime notizie Riforma, Sacconi chiede un chiarimento a Padoan e Poletti dopo le parole di Tito Boeri (oggi 24 gennaio 2017)

Pensioni 2017: intorno alla riforma da ieri si stanno scatenando polemiche su polemiche dopo le dichiarazioni di Boeri dell'Inps che ha attaccato la Manovra del Governo

La PresseLa Presse

Secondo Maurizio Sacconi, le parole di Tito Boeri sulla riforma delle pensioni che aumenterebbe pesantemente il debito implicito pensionistico non devono passare inosservate. L’ex ministro del Lavoro ricorda che “la regolazione della contabilità pubblica impone una valutazione degli oneri in materia di previdenza per almeno dieci anni e comunque fino al momento in cui gli effetti delle nuove norme vanno a regime. La Ragioneria Generale dello Stato si avvale normalmente dello stesso Istituto di Previdenza per la prima stima delle dinamiche di spesa”. A questo punto ci vorrebbe una risposta motivata da parte dei ministeri dell’Economia e del Lavoro, evidenzia Sacconi sul blog dell’Associazione Amici di Marco Biagi, anche in considerazione del fatto che la Commissione europea, che guarda sempre con attenzione al nostro debito, ha chiesto al Governo di varare una manovra aggiuntiva.

Repubblica torna a ipotizzare un nuovo intervento del Governo sulla riforma delle pensioni per soddisfare la richiesta di una manovra aggiuntiva da 3,4 miliardi di euro giunta dalla Commissione europea. A parte qualche intervento di spending review, l’esecutivo potrebbe essere tentato “di spostare in avanti qualche provvedimento” della Legge di bilancio, “soprattutto dopo le rinnovate critiche del Presidente dell’Inps Tito Boeri alla quattordicesima dei pensionati (vale 800 milioni ed è prevista per luglio) giudicata sostanzialmente iniqua perché svincolata dal reddito Isee”, si legge sul quotidiano romano. Che ricorda che in alternativa si potrebbe anche rinviare il taglio dell’Ires, dal 27,5% al 24%, che vale ben 3 miliardi di euro. Non si sa cosa farà davvero il Governo. Per il momento Paolo Gentiloni ha fatto sapere che cercherà di far sì che la questione venga affrontata ad aprile con il Def.

© Riproduzione Riservata.