BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

BANDO ATA 2017 / Concorsi pubblici: assunzioni Pubblica amministrazione, requisiti e scadenza (oggi, 28 gennaio)

Bando Ata 2017, concorsi pubblici: ripartizione posti per la selezione per i bidelli e gli assistenti. Requisiti e data uscita. Ultime notizie oggi, 28 gennaio

Immagini di repertorio (LaPresse)Immagini di repertorio (LaPresse)

Anche nella Pubblica Amministrazione potrebbero essere presto banditi nuovi concorsi pubblici. Sono in arrivo infatti, come riporta Concorsipubblici.net, 800 posti di lavoro in seguito allo sblocco delle assunzioni a tempo indeterminato presso la Pubblica Amministrazione Centrale con un decreto firmato dai ministri della P.A Marianna Madia e dell’Economia Pier Carlo Padoan. Le nuove assunzioni nella Pubblica Amministrazione riguarderanno per più del 90% posti di lavoro presso l’Agenzia delle Entrate: si tratta di 740 posti per funzionari e dirigenti. Le varie Pubbliche Amministrazioni avranno tempo fino al 30 aprile per definire la copertura finanziaria. Ecco quali saranno i posti da assegnare: 5 funzionari per il Consiglio di Stato; 22 funzionari per la Corte dei Conti; 2 dirigenti e 32 viceprefetti aggiunti per il Ministero degli Interni; 740 impiegati presso l’Agenzia delle Entrate. Per le nuove assunzioni nella Pubblica Amministrazione utilizzate le graduatorie esistenti mentre per l’assegnazione dei rimanenti posti di lavoro si potrà parlare di nuovi concorsi pubblici.

Nuovi concorsi pubblici sono stati banditi anche dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. E’ stato infatti indetto un concorso per la copertura di 35 posti di lavoro per la figura di Segretario di Legazione in prova. La domanda di partecipazione alla selezione deve essere inviata entro il 7 marzo 2017. Ecco quali sono i requisiti richiesti: cittadinanza italiana; età non superiore ai trentacinque anni compiuti; idoneità psico-fisica tale da permettere di svolgere l’attività diplomatica sia presso l’Amministrazione centrale che in sedi estere e, in particolare, in quelle con caratteristiche di disagio; godimento dei diritti politici; non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo; non essere stati stati destituiti dall’impiego presso una pubblica amministrazione oppure dichiarati decaduti da un impiego statale. Per quanto riguarda le prove d'esame la prova attitudinale si baserà sui seguenti argomenti: storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna; diritto internazionale pubblico e dell’Unione Europea; politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale; lingua inglese, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale; test per l’accertamento della capacità di logicità del ragionamento. Per maggiori informazioni clicca qui.

Dovrebbero mancare pochi giorni alla pubblicazione del Bando Ata 2017, la cui uscita è attesa per il prossimo mese di febbraio. Si tratta di uno dei concorsi pubblici tra i più attesi di quest'anno. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha autorizzato il concorso per un totale complessivo di 10.801 posti per l’anno scolastico 2016/2017, compresi anche i 507 accantonamenti (sui profili di DSGA, Assistente Amministrativo, Assistente Tecnico e Collaboratore Scolastico) per il personale soprannumerario delle province. Dunque i posti saranno suddivisi così: 6949 posti per Collaboratore scolastico; 2103 posti per Assistente amministrativo; 790 posti per Assistente tecnico; 216 posti per DSGA; 87 posti per Cuoco; 81 posti per Addetto azienda agraria; 49 posti per Guardarobiere; 19 posti per Infermiere. Il Bando Ata non riguarda quindi solo gli Ausiliari Tecnici Amministrativi, i cosiddetti bidelli, ma anche varie figure di assistenti. Varie le novità del Bando Ata 2017: avrà cadenza triennale e i candidati potranno accedere se in possesso dei titoli di studio richiesti per i singoli profili e ci sarà l’aumento di punteggio per tutti i possessori della Nuova Ecdl.

Tra i concorsi pubblici 2017 ci sono anche quelli banditi negli Enti pubblici. Il Comune di Messina ha dato il via alla delibera per il concorso che prevede l’assunzione di 51 figure per coprire il fabbisogno di personale per gli anni 2016-17-18: 30 posti sono destinati a nuove assunzioni, mentre i restanti 21 sono riservati al personale interno. I posti messi a concorso sono 6 posti di categoria giuridica ed economica D3, di cui: n. 1 Direttore di Sezione Tecnica – Ingegnere, n. 1 Direttore di Sezione Tecnica – Ingegnere Ambientale; n. 1 Direttore di Sezione Tecnica–Agronomo; n. 1 Direttore di Sezione Biblioteca-Archivio Storico, n. 1 Direttore di Sezione C.E.D., n. 1 Direttore di Sezione Amministrativa; 6 posti di categoria giuridica ed economica D1, di cui: n. 1 Assistente Sociale, n. 2 Funzionario Direttivo Amministrativo, n. 2 Funzionario Direttivo Contabile, n. 1 Funzionario Direttivo Tecnico; 10 posti di categoria giuridica ed economica C1, di cui: n. 1 Istruttore Informatico; n. 2 Istruttore Tecnico; n. 2 Istruttore Contabile; n. 5 Istruttore Amministrativo; 8 posti di categoria giuridica ed economica B1, di cui: n. 4 Collaboratore Amministrativo; n. 4 Collaboratore Amministrativo Addetto alla Notifica. Per maggiori informazioni: www.comune.messina.it

© Riproduzione Riservata.