BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

PAGAMENTO PENSIONI 2017 / Date Inps, calendario e novità: cosa si intende per il “primo giorno bancabile” (oggi 5 gennaio, ultime notizie live)

Pagamento Pensioni 2017, Novità su calendario Inps e date: ultime notizie di oggi 5 gennaio 2017, aggiornamenti sul fronte erogazione pensioni. Decreto Milleproroghe, ecco cosa cambia

Pagamento Pensioni (Foto:LaPresse)Pagamento Pensioni (Foto:LaPresse)

In molti in questi giorni, noi compresi, utilizziamo per spiegare il pagamento pensioni 2017 viste le ultime decisioni del Decreto Milleproroghe il termine “primo giorno bancabile”. Per chi è avvezzo di questioni pensionistiche sa bene che questa modalità intende la normale operazione della riscossione agli sportelli, diversamente da quanto invece avverrà da gennaio 2018, secondo cui verranno introdotti i pagamenti solo dal secondo giorno bancabile. Ma resta utile ricordare cosa si intende nel dettaglio il termine “giorno bancabile” in modo da fugare ogni qualsiasi pubblico sorto in queste ultime settimane prima dell’erogazione Inps delle pensioni (scattata ieri, 3 gennaio 2017). l pagamento delle pensioni avverrà il primo giorno lavorativo del mese. Va da sé che qualora il primo giorno lavorativo del mese cada dal lunedì al venerdì sia i pensionati che ritirano la pensione alla posta che quelli che la ritirano in banca potranno riceverla. Ovviamente, se il primo giorno bancabile dovesse capitare sul sabato, per le poste non ci sono problemi visto che sono aperte anche nel weekend, mentre per le banche i pensionati dovranno ritirare la pensione il primo giorno lavorativo utile, ovvero il lunedì successivo.

Nel pagamento pensioni anche di quest’anno appena cominciato, il servizio assistenza clienti Inps fornisce tutti i dettagli su possibile modifiche alle normali e consuete modalità di erogazione e riscossione dell’assegno pensionistico. Tra le domande più assidue delle “FAQ” sul portale Inps, molto ricorrente è la richiesta “è possibile cambiare l’ufficio pagatore delle pensioni?” a cui lo stesso servizio di assistenza clienti fornisce adeguata spiegazione e risposta. Resta ferma la volontà per il pensionato di cambiare come e quando desideri l’ufficio pagatore del proprio assegno: «È possibile, in qualsiasi momento cambiare l'ufficio dove si riscuote la pensione. Il pensionato può scegliere qualsiasi altro ufficio pagatore del territorio nazionale o di paesi esteri. La richiesta di trasferimento può essere inoltrata on line dal sito dal servizio Variazione dell’ufficio pagatore per prestazioni pensionistiche. I titolari di più pensioni devono presentare un'unica domanda».

Mentre continua anche oggi il pagamento delle pensioni da parte dell’Inps, è utile come sempre ricordare in cosa si differenza l’erogazione tramite Poste Italiane, qualsiasi sportello d’Italia, oppure le banche. Il pensionato ha diritto di cambiare l’ente erogatore del proprio assegno in ogni momento, ma se per questo 2017 il Decreto Milleproroghe ha confermato l’iter normale, dal 2018 cambierà tutto, creando una differenza di trattamento tra coloro che ricevono il pagamento dalla posta, e coloro che lo ottengono tramite banca. Infatti, in virtù del calendario 2018 ci saranno mesi in cui il secondo giorno bancabile cade di sabato: questo è un giorno utile all’erogazione degli assegni solo per la Posta, che come è noto, lavora mezza giornata, ma non per le Banche. In questo caso si dovrà attendere il lunedì successivo, con un posticipo di ben 3 giorni.

Prosegue anche in questa terza giornata consecutiva il pagamento delle pensioni 2017 per il mese di gennaio: dal 3 gennaio sono infatti disponibile a tutti gli sportelli bancari e delle Poste gli assegni pensionistici, come da calendario Inps ristabilito dal Decreto Milleproroghe con pagamenti al primo giorno bancabile. Proprio questa modifica, che di fatto ritarda di un anno il Decreto Pensioni del maggio 2015, è stata richiesta ufficialmente dall’Inps, come spiega in una nota di questi primi giorni del 2017. «Il Milleproroghe ha modificato il decreto sulle pensioni del maggio 2015 che ha unificato le date di pagamento delle prestazioni Inps, Inpdap ed Enpals. In base a tale modifica, fortemente richiesta dall'Inps viene ripristinato nel 2017 il pagamento al primo giorno bancabile del mese, con l'unica eccezione per gennaio». Nel frattempo queste sono le date di pagamento delle prestazioni pensionistiche per l'anno 2017 per le Poste, per le quali anche il sabato è considerato bancabile, e per le banche, così come risulta dal calendario pubblicato dall'Associazione bancaria: 3 gennaio, 1 febbraio, 1 marzo, 1 aprile (3 per le banche), 2 maggio, 1 giugno, 1 luglio (3 per le banche), 1 agosto, 1 settembre, 2 ottobre, 2 novembre, 1 dicembre.

© Riproduzione Riservata.