BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPILLO/ Quei precari che mettono in imbarazzo il Pd

Giuliano Poletti (Lapresse) Giuliano Poletti (Lapresse)

Colpisce, poi, come nei giorni scorsi la politica si sia divisa, in maniera un po' surreale, non su come trovare le risorse per queste misure di tutela per i lavoratori "precari", o comunque più deboli nel mercato, ma sul finanziamento di tornei di golf. La cosa è ancor più strana se si pensa che il principale partito di maggioranza, ma anche, in questo strano Paese chiamato Italia, di opposizione, dovrebbe essere l'erede del "fu" partito dei lavoratori.

Anche sul perché di scelte come queste, probabilmente, si dovrebbe parlare e discutere, se necessario animatamente, durante il percorso congressuale (appena avviatosi) del Partito democratico. Su come si pone su temi come questi che interessano, in particolare, i lavoratori "precari", o comunque più deboli nel mercato del lavoro, si misura, infatti, il tasso di autentico riformismo della principale forza del socialismo "europeo" in Italia.

© Riproduzione Riservata.