BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CONTRATTI STATALI/ Aumento stipendi dipendenti pubblici e rinnovo: Madia, “pronti allo sblocco” (Oggi, 24 febbraio 2017)

Contratti statali, rinnovo e aumento stipendi dipendenti pubblici: approvato il Testo Unico del pubblico impiego. Ultime notizie oggi, 24 febbraio 2017

Contratti Statali, Riforma Madia (Foto LaPresse) Contratti Statali, Riforma Madia (Foto LaPresse)

Dopo l'approvazione ieri della riforma della Pa il ministro Madia ha annunciato lo sblocco della trattativa per il rinnovo dei contratti statali. Il ministro della Pubblica amministrazione ha spiegato che, come riportato dall'agenzia di stampa Ansa, i decreti di riforma sono il "miglior biglietto da visita per il contatto dei dipendenti pubblici". Noi il rinnovo "vogliamo avviarlo ma vogliamo anche chiuderlo", ha sottolineato il ministro Madia spiegando che ai contratti statali - l'aumento degli stipendi dei dipendenti pubblici è fermo dal 2009 - "andrà la parte prevalente" del fondo stanziato per la Pubblica amministrazione in legge di Bilancio. E un "altro stanziamento" sarà fatto nella prossima legge di Bilancio. Quindi, ha aggiunto Madia, "sono pronta a fare la direttiva per iniziare il percorso per riaprire la stagione contrattuale ferma da diversi anni".

In attesa del rinnovo dei contratti statali per i dipendenti pubblici è arrivata ieri l'approvazione della riforma della Pubblica amministrazione. Il Consiglio dei ministri ha infatti dato il via libera a cinque decreti attuativi. Tra le novità principali c'è appunto il nuovo Testo Unico sul pubblico impiego. Il ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia ha pubblicato questo tweet dopo il via libera al documento: "Approvati ultimi decreti #riformaPA. Nuove regole per lavoro pubblico e soluzione a precariato storico" (clicca qui per leggere). E proprio riguardo ai precari della Pubblica amministrazione il ministro Madia, presentando il Testo Unico in conferenza stampa, come riporta La Repubblica, ha sottolineato che il modello che è stato approvato "viene da una sperimentazione in diverse grandi città, dove si è riusciti a programmare concorsi per superare il problema del precariato storico". Ora i dipendenti pubblici aspettano che riprenda la trattativa per il rinnovo dei contratti statali per arrivare all'aumento degli stipendi che sono bloccati da sette anni. Un primo passo era stato fatto con la firma, lo scorso 30 novembre, dell'intesa politica tra sindacati e governo per 85 euro medi lordi: il tavolo deve ora proseguire all'Aran, l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni.

© Riproduzione Riservata.