BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Concorso cancellieri/ Gazzetta Ufficiale: rinvio date prove preselettive: i titoli di preferenza

Concorso Cancellieri, Gazzetta Ufficiale: gli aggiornamenti di oggi 4 marzo 2017, ennesimo rinvio pubblicazione calendario date prove preselettive. Nominata la commissione esami

Concorso Cancellieri (LaPresse) Concorso Cancellieri (LaPresse)

In vista della pubblicazione delle date delle prove preselettive del concorso cancellieri ecco quali sono i titoli di preferenza a parità di merito ed a parità di merito e titoli. Il bando di concorso specifica che "a parità di merito, sono preferiti: 1) gli insigniti di medaglia al valor militare; 2) i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti; 3) i mutilati ed invalidi per fatto di guerra; 4) i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato; 5) gli orfani di guerra; 6) gli orfani dei caduti per fatto di guerra; 7) gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato; 8) i feriti in combattimento; 9) gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonche' i capi di famiglia numerosa; 10) i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti; 11) i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra; 12) i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico e privato; 13) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra; 14) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di guerra; 15) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio nel settore pubblico o privato; 16) coloro che abbiano prestato il servizio militare come combattenti; 17) coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque titolo, per non meno di un anno nel Ministero della giustizia - Amministrazione giudiziaria; 18) i coniugati ed i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico; 19) gli invalidi e i mutilati civili; 20) i militari volontari delle Forze armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma". Costituiscono titoli di preferenza a parità di merito anche " a) l'avere svolto, con esito positivo, l'ulteriore periodo di perfezionamento nell'ufficio per il processo; b) l'avere svolto, con esito positivo, lo stage presso gli uffici giudiziari; c) l'avere completato, con esito positivo, il tirocinio formativo presso gli uffici giudiziari". Infine "a parità di merito e di titoli, la preferenza è determinata: a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o meno; b) dall'aver prestato lodevole servizio nelle amministrazioni pubbliche, ovvero dall'aver prestato servizio militare di leva; c) dall'età minore rispetto agli altri candidati". 

I candidati al concorso cancellieri aspettano, dopo l'ulteriore rinvio di ieri della pubblicazione delle date delle prove preselettive, di sapere quando la selezione avrà inizio. Intanto dal bando di concorso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale è possibile avere indicazione sulla valutazione dei titoli in caso di superamento delle prove scritte. La commissione d'esame assegnerà un punteggio aggiuntivo sulla base del possesso dei seguenti titoli: "a) punti 6,00 a coloro che hanno svolto, con esito positivo, l'ulteriore periodo di perfezionamento nell'ufficio per il processo; b) punti 1,00 a coloro che hanno svolto, con esito positivo, lo stage presso gli uffici giudiziari; c) punti 1,00 a coloro che hanno completato, con esito positivo, il tirocinio formativo presso gli uffici giudiziari". Questi punteggi non sono tra loro cumulabili tra loro e la votazione complessiva finale è determinata "sommando il voto conseguito nella valutazione dei titoli al voto complessivo riportato nelle prove d'esame". 

In attesa di conoscere le date delle prove preselettive del concorso cancellieri ecco come i candidati alla selezione possono recuperare la ricevuta e la domanda di partecipazione. E' lo stesso Ministero della Giustizia a indicarlo sul proprio sito. Il concorso cancellieri è stato bandito, per titoli ed esami, per 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente giudiziario, Area funzionale seconda, fascia economica F2, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia - Amministrazione giudiziaria. E' possibile recuperare la ricevuta o scaricare la domanda inviata accedendo alla stessa applicazione web utilizzata per la compilazione e l’invio della domanda online. Si deve aprire un browser di Internet che sia compatibile con l’applicazione web (Internet Explorer 9 o superiore, Mozilla firefox o Chrome. Javascript attivo non è obbligatorio, tuttavia, per una migliore resa dovrebbe essere attivato); digitare: www.giustizia.it nella cui home c’è un banner Concorso ASSISTENTI GIUDIZIARI e cliccare sul link “ACCESSO alla procedura di compilazione della domanda”. In alternativa si può digitare: https://concorsipersonaledog.giustizia.it/concorsi/login.jsf. Poi è necessario inserire utenza e password e quindi si può visualizzare la domanda. Clicca qui per i dettagli.

Per il secondo mese consecutivo nel concorso Cancellieri è arrivato il secondo rinvio per mancanza di organizzazione gestionale della pubblicazione del Calendario date delle prove preselettive. Senza questo primo passaggio, non si potrà accedere all’esame di concorso vero e proprio: dunque di nuovo tutto ritardato di un altro mese, con le ire degli aspiranti cancellieri iscritti al bando di concorso che sul web hanno scatenato la rabbia contro il secondo atto consecutivo pubblicato in extremis allo scadere del termine e recitante uguale al 14 febbraio, «CONSIDERATO che per esigenze organizzative connesse allo svolgimento delle suddette prove, di cui all’art. 8 del bando, è necessario provvedere al rinvio della data di pubblicazione del calendario di esame; Il calendario contenente le date e le sedi di svolgimento delle prove preselettive di cui all’art. 8 del bando del concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente giudiziario, Area funzionale seconda, fascia economica F2, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria verrà pubblicato, salvo ulteriori rinvii, nella Gazzetta Ufficiale - 4ª Serie Speciale  - «Concorsi ed esami» del  4 aprile 2017». Tutto riaperto fino al 4 aprile: ma nel frattempo per il Concorso Cancellieri i punti tutti da scoprire sono ancora anti: molti iscritti al Bando per assistenti giudiziari sta ancora cercando di capire come avverrà la fatidica prova preselettiva che i concorsuali scopriranno tra qualche settimana. Stando all’indicazione del Bando inserito su Gazzetta Ufficiale, si articolerà in una prova scritta in materia di elementi di diritto pubblico e diritto amministrativo che consisterà nella risposta a trenta quesiti con risposte predefinite, tra le quali il candidato sceglierà quella ritenuta corretta. Ad ogni domanda posta ci sarà una sola risposta esatta da barrare e l’intera prova sarà valutata in questo modo: il punteggio massimo è 30 punti; per ogni risposta esatta è attribuito 1 punto; alle risposte non date o errate sono assegnati 0 punti.

Mentre ancora si attendono le date delle prove preselettive del Concorso Cancellieri, con gli utenti aspiranti assistenti giudiziari sul piede di guerra visto l’ennesimo rinvio delle tanto sospirate date d’esame, è stata nominata dal Ministero della Giustizia la Commissione Esaminatrice che dovrà correggere i compiti dei candidati e provvedere alla loro selezione per ammetterli al bando vero e proprio. I nominativi ufficiali sono i seguenti: «Presidente effettivo: SIRENA Pietro Antonio già Consigliere di Cassazione; Componente effettivo: DE LIPSIS Raffaele Maria, già Presidente di Sezione del Consiglio di Stato; Componente effettivo: VALCALDA Rosalba, già Dirigente di questa Amministrazione; Segretario effettivo: MARZATICO Rosalba Funzionario giudiziario del Ministero; Presidente supplente: DI MAURO Luigi già Direttore Generale della Giustizia minorile».

© Riproduzione Riservata.