BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

TITO BOERI/ Il presidente dell'Inps parlerà di lavoro e precarietà a Rai2 (Nemo, oggi 9 marzo 2017)

Tito Boeri a Nemo: il presidente dell'Inps parlerà di lavoro e precarietà a Rai2. Le ultime notizie di oggi, 9 marzo 2017, sul numero uno dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale

Tito Boeri (Foto: LaPresse)Tito Boeri (Foto: LaPresse)

Tito Boeri ospite di Nemo: il presidente dell'Inps salirà sul palco del programma di Rai2 per parlare di lavoro e precarietà. Nella prima parte della trasmissione, che si occupa di raccontare la realtà senza filtri, Boeri commenterà anche l'inchiesta di Valentina Petrini sugli "scontrinisti": gli iscritti all'associazione di volontariato "Avaca" al posto dello stipendio mensile ricevono, infatti, circa 400 euro dal rimborso degli scontrini. Sul tema tra l'altro interverrà il comico Giorgio Montanini con un nuovo monologo. «La disoccupazione giovanile è un fenomeno tutt'altro che inevitabile. Abbiamo bisogno di un mercato del lavoro e un sistema di istruzione in grado di reagire a queste sfide. Su questo piano l'Italia è in ritardo: abbiamo un sistema universitario che fatica a creare competenze spendibili o crea delle competenze astratte» ha dichiarato nei giorni scorsi Boeri in un videomessaggio inviato al Future Forum di Udine. La questione verrà affrontata anche stasera a Nemo-Nessuno escluso.

Recentemente Tito Boeri ha lanciato il nuovo progetto dell'Inps, "Home Care Premium 2017": si tratta di un programma di assistenza per i disabili e le loro famiglie. Introdotto nel 2010, è stato riformato: può contare su un fondo di 220 milioni, che l'anno prossimo salirà a 300. Tra i servizi principali previsti c'è il rimborso delle spese sostenute per l'assunzione di un assistente familiare, ma sono previsti anche servizi socio-assistenziali forniti in convenzione con gli "Ambienti territoriali" o dagli enti pubblici convenzionati. In assenza di convenzioni, crescerà l'indennità personale dell'assistito. Recentemente, però, Boeri si è occupato anche di vitalizi: tirato in ballo dal Movimento 5 Stelle, il presidente dell'Inps ha preso le distanze dalle parole di Luigi Di Maio. Per Boeri la proposta del M5s «non interviene sui vitalizi in essere, e quindi i risparmi sono molto contenuti». Inoltre, Boeri ha ravvisato un limite molto grande: «Intervenendo solo sugli attuali parlamentari, cioè quelli che devono ancora percepire il vitalizio, si concentra l'attenzione su quella parte di parlamentari che ha già subito delle riduzioni» e «non su coloro che da anni percepiscono un vitalizio molto alto».

© Riproduzione Riservata.