BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

CONCORSI PUBBLICI / Magistrati referendari Corte dei Conti: scadenza e requisiti (15 aprile 2017)

Concorsi pubblici, consulenti del lavoro: le prove, i requisiti e la scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione. Oggi 15 aprile 2017

Concorsi pubblici, consulenti del lavoro (Foto LaPresse)Concorsi pubblici, consulenti del lavoro (Foto LaPresse)

Ci sono ancora alcuni giorni di tempo per presentare domanda di partecipazione ai nuovi concorsi pubblici indetti dalla Corte dei Conti. E' stata infatti indetta una selezione, per titoli ed esami, per 24 posti di referendario nel ruolo della carriera di magistratura: si tratta di un titolo attribuito ai magistrati che ricoprono la qualifica iniziale. Chi fosse interessato dovrà inviare la domanda di partecipazione entro il prossimo 20 aprile. Nel bando di concorso è specificato che l'amministrazione si riserva la facoltà di aumentare fino a 33 il numero dei posti disponibili nel caso in cui sia approvato un nuovo decreto autorizzativo, relativo alla programmazione delle assunzioni per l'anno 2016. Possono partecipare a questo concorso gli appartenenti alle seguenti categorie: i magistrati ordinari nominati a seguito di concorso per esame, che abbiano superato il prescritto tirocinio conseguendo una valutazione positiva di idoneità; gli avvocati dello Stato e i procuratori dello Stato alla seconda classe di stipendio; i magistrati militari di tribunale e i magistrati amministrativi; gli avvocati iscritti nel relativo albo professionale da almeno cinque anni; i dipendenti di ruolo delle amministrazioni pubbliche di cui all'articolo l, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, i dipendenti dei due rami del Parlamento e del Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, i funzionari degli organismi comunitari, i militari appartenenti al ruolo ufficiali; il personale docente di ruolo delle Università nonché i ricercatori, confermati o che abbiano conseguito l'abilitazione scientifica nazionale in materie giuridiche, con almeno tre anni di anzianità di servizio. Clicca qui per tutte le informazioni. (aggiornamento di Stefania La Malfa)

Sono stati indetti a inizio 2017 concorsi pubblici anche per consulenti del lavoro. La selezione è stata indetta dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali: chi supererà le prove previste otterrà l’abilitazione per esercitare il lavoro di consulente. Nel bando è specificato che le domande di ammissione all'esame di Stato devono essere redatte in bollo, sottoscritte e presentate agli uffici competenti entro il 15 luglio 2017. Le prove scritte saranno le seguenti: prova scritta in diritto del lavoro e legislazione sociale il 5 settembre 2017; - prova teorico-pratica in diritto tributario il 6 settembre 2017. Tra i requisiti richiesti per partecipare alla selezione ci sono il diploma di laurea quadriennale in giurisprudenza, in scienze economiche e commerciali o in scienze politiche ovvero diploma universitario o laurea triennale in consulenza del lavoro; oppure la laurea triennale o laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) tra quelle appartenenti alle seguenti classi di cui al parere del CUN n. 1540 del 23 ottobre 2012: Classe L-14: scienze dei servizi giuridici; Classe L-16: scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione; Classe L-18: scienze dell'economia e della gestione aziendale; Classe L-33: scienze economiche; Classe L-36: scienze politiche e delle relazioni internazionali. Laurea magistrale appartenente a: Classe LM-56: scienze dell'economia; Classe LM-62: scienze della politica; Classe LM-63: scienze delle pubbliche amministrazioni; Direzione Generale della tutela delle condizioni di lavoro e delle relazioni industriali Classe LM-77: scienze economico-aziendali; Classe LMG-01 delle lauree magistrali in giurisprudenza. Clicca qui per leggere tutto.

Chi vuole entrare nell'Arma dei Carabinieri può invece presentare domanda per i concorsi pubblici che sono stati indetti dal Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri. E' stata infatti bandita una selezione, per esami e titoli, per il reclutamento di 1598 allievi carabinieri in ferma quadriennale. Il termine per la presentazione della domanda di partecipazione è il prossimo 2 maggio. I posti messi a concorso sono così suddivisi: 900 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato, ai sensi dell’articolo 2199, comma 7 bis, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) ovvero in rafferma annuale, in servizio; 386 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato, ai sensi dell’articolo 2199, comma 7 bis, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) in congedo ed ai volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP4) in servizio o collocati in congedo a conclusione della prescritta ferma; 280 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato, ai sensi degli articoli 706 e 707, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, ai giovani che non abbiano superato il ventiseiesimo anno di età, per il successivo impiego secondo i criteri di cui all’articolo 17: 32 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato ai sensi del decreto legislativo 21 gennaio 2011, n. 11, ai concorrenti in possesso dell’attestato di bilinguismo di cui all’articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752 e successive modificazioni. Clicca qui per leggere il bando.

© Riproduzione Riservata.