BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

CONCORSI PUBBLICI/ Bando Ministero dell'Interno 2017: 250 posti da funzionari a tempo indeterminato

Concorsi pubblici: nuovo bando del Ministero dell'Interno, 250 posti a tempo indeterminato da funzionari messi in palio dal Viminale. Requisiti per la candidatura e scadenze.

Concorsi pubblici, immagini di repertorio (Foto: Lapresse)Concorsi pubblici, immagini di repertorio (Foto: Lapresse)

Tra i concorsi pubblici più ambiti di questo 2017 vi è di certo il bando del Ministero dell'Interno che mette in palio 250 posti di lavoro da funzionari del Viminale che avranno accesso ad un contratto a tempo indeterminato. Per partecipare al concorso bisognerà rispondere a diversi requisiti, tra cui: aver compiuto 18 anni, essere in possesso della cittadinanza italiana, delle qualità morali e di condotta, del godimento dei diritti politici, di posizione regolare dinanzi all’obbligo di leva, di idoneità fisica all’impiego, e non si dovrà essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, né destituiti, né dispensati dall’impiego presso pubblica amministrazione per insufficiente rendimento, né decaduti dall’impiego statale.

La scadenza per avere accesso al concorso e fissata all'1 giugno: i candidati dovranno poi sottoporsi ad una prova d'esame che si svilupperà attraverso una prima prova scritta che tratterà la stesura di un elaborato in materia di Diritto internazionale pubblico, dell’Unione europea e Legislazione nazionale ed europea nell’ambito della protezione internazionale della durata di 8 ore; una seconda prova scritta in lingua inglese, e una prova orale che affronterà i temi della legislazione speciale amministrativa riferita alle attività istituzionali del Ministero dell’Interno e alla disciplina del rapporto di lavoro relativo al personale del Comparto ministeri (CCNL). Ulteriori informazioni, su eventuali prove selettive e come candidarsi sono disponibili nel bando completo all'indirizzo: www.concorsiciv.interno.it.

Sono 30 i posti di lavoro messi in palio dalla Banca d'Italia nel concorso pubblico indetto dall'istituto di Via Nazionale. Si tratta di persone che ordineranno e classificheranno vari documenti negli archivi della Banca d'Italia, ma che avranno anche contatto diretto con il pubblico negli sportelli delle diverse filiali. Come riportato da La Repubblica, il bando di concorso prevede che per aver accesso al concorso si debba essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado e essere maggiorenni. Eventuali titoli di laurea costituiranno l'opportunità per ottenere un punteggio aggiuntivo ai fini della formazione della graduatoria preliminare che la Banca d'Italia stilerà nel caso in cui le domande superino le 3000 unità.

A tal proposito, i risultati della preselezione, saranno pubblicati sul sito della Banca d'Italia entro il 29 luglio 2017. Chi vorrà avere accesso al concorso dovrà presentare domanda non oltre le 16 del prossimo 29 maggio utilizzando l'apposita app presente sul portale della Banca. Gli ammessi dovranno affrontare un test scritto di 100 domande diviso in due sezioni: una di diritto, economia, matematica e statistica; l'altra d'inglese. Seguirà poi una prova orale, che servirà da viatico per decidere i 300 candidati che si giocheranno il tutto per tutto nella prova orale. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.bancaditalia.it

© Riproduzione Riservata.