BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

IL CASO/ Quei terroristi tornati dall'Iraq che "tifano" Di Battista & co.

InfophotoInfophoto

La questione è che la dittatura del relativismo, il culto del nichilismo, ha reso l'occidente senza speranza, contagiando di questo sentimento di resa molti giovani. Tanto vale rincorrere il paradiso nell'aldilà, con la corona del martirio e molte vergini, ed intanto vivere l'avventura del sangue e dell'audacia, a costo di sterminare bambini.

Il fatto è che chi porta con sé l'esperienza di un'altra possibilità, di una risposta al bisogno di senso che è piena di pace, ed è quella cristiana oggi – vedi il Meeting di Rimini e le "periferie esistenziali" ignorate dai potenti e lì ospitate e testimonianti – viene deformato, vilipeso, negato da chi poi si meraviglia se i giovani siano disperati. E chi tiene i fili della cultura e della politica poi si lamenta se appare un compito impossibile rispondere con un ideale esistenzialmente vero e forte a chi propone la gloria infame della morte degli altri come modo per dare un po' di sale al niente. 

© Riproduzione Riservata.