BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

GENOCIDIO ARMENO/ Uccisi perché cristiani. Con buona pace di certi giornali...

Papa Francesco (Infophoto)Papa Francesco (Infophoto)

Il Vaticano si muove contro la barbarie. Dice padre Ruyssen: "In un primo momento, si prova a salvare la vita almeno ai cattolici. Mons. Dolci chiede al Gran visir (primo ministro dell'Impero ottomano, ndr) di risparmiare i cattolici facendo tornare quelli già arrestati nelle loro terre. Più tardi, la Santa Sede si rende conto dell'entità del massacro e smette di fare distinzione tra cattolici, protestanti e ortodossi armeni perseguitati. La data spartiacque in tal senso è il 10 settembre 1915, quando papa Benedetto XV invia una lettera al Sultano con queste parole: 'Ci strazia l'animo, Ci giunge pure dolorosissimo l'eco dei gemiti di tutto un popolo, il quale nei vasti domini ottomani è sottoposto ad inenarrabili sofferenze. La Nazione armena ha già veduto molti dei suoi figli mandati al patibolo, moltissimi tra i quali non pochi ecclesiastici ed anche qualche Vescovo, incarcerati o inviati in esilio'. E ancora: 'Noi crediamo, Sire, che tali eccessi avvengono contro il volere del Governo di Vostra Maestà. Ci rivolgiamo pertanto, fiduciosi a Vostra Maestà ed ardentemente La esortiamo di volere, nella Sua magnanima generosità aver pietà ed intervenire a favore di un popolo'".

Errore grossolano anche quello di Benedetto XV? Disinformato padre Ruyssen? Disinformati i turchi che hanno osato scrivere di genocidio e sono stati incarcerati da Erdogan? Invito tutti, e specialmente Panella e Annunziata, a vedere l'ultimo film sul genocidio armeno, Il Padre (The Cut), realizzato dal cineasta turco Fatih Akin. Dire la verità non è contro i turchi. 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
15/04/2015 - Papa Francesco e il primo genocidio Armeno. (deir zarian)

Bravo Renato Farina giornalista serio e attento.Sarebbe forse il caso di denunciare penalmente questi due pseudogiornalisti perchè in italia è passata una legge che sanziona il negazionismo dei genocidi!pannella non è nuovo a queste uscite sarebbe interessante indagare se e come finanziato dal governo turco per insistere con articoli negazionisti e menzognere.Dal canto suo come può essere credibile una direttrice di testata l'annunziata che fa pubblicare queste spazzature.se fossi la proprietà del giornale la licenzierei in tronco per salvaguardare la serietà del giornale.

 
15/04/2015 - la menzogna che si morde la coda (claudia mazzola)

Come si fa a negare un genocidio di cui c'è testimonianza e foto? La menzogna ha le gambe corte stavolta!