BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PGT/ Masseroli (Pdl): un piano dirigista su misura per banche e grandi operatori

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

City Life, uno dei nuovi quartieri di Milano  City Life, uno dei nuovi quartieri di Milano

Il piano di governo del territorio proposto dalla giunta Pisapia risulta sostanzialmente diverso da quello adottato. Da un semplice conteggio delle righe che compongono le regole del piano emerge che il 70% del testo è stato modificato.

Molte sono le considerazioni che potrebbero essere fatte con riferimento alla mancanza di trasparenza del processo, al carente coinvolgimento dei milanesi, all’interpretazione assai discutibile, a volte ‘allegra’, delle regole del gioco.

Pare però più interessante provare a dare una valutazione sull'influenza che questo nuovo provvedimento avrà sulla città.

Parto da due dati: il prodotto interno lordo della città di Milano è circa 70 miliardi di euro annui;  la spesa corrente del Comune di Milano è circa 2,5 miliardi annui.

Cosa dovrebbe fare un Sindaco? Con quale pensiero dominante dovrebbe andare a letto la notte a risvegliarsi il mattino successivo ?  Individuare tutte le azioni possibili per far si che il PIL cittadino cresca da 70 a 100 miliardi e che la spesa della macchina comunale diminuisca da 2,5 a 1 miliardo di euro.

Cosa ottiene questo piano ? Esattamente il contrario!

Compito di ogni atto amministrativo dovrebbe essere da una parte sostenere chi crea ricchezza (e questa non è una parola immorale !), cioè gli imprenditori, e dall’altra ridurre la burocrazia. Prendo in prestito le parole di Cameron nel discorso fondativo della big society:

‘Ciò significa un cambiamento totale nell'approccio verso il governo e al governare stesso. Il modo in cui le cose sono andate per tanto tempo dall'alto al basso, con controllo rigido e totale è andato spesso a indebolire la responsabilità, l'iniziativa locale e l'azione civica. La regola di questo governo dovrebbe essere: se scatena l'iniziativa delle comunità, dovremmo farlo. Se la ammazza, non dovremmo’

Era esattamente il tentativo del piano di governo del territorio che la giunta Pisapia ha revocato e riscritto. Si basava sinteticamente su tre concetti chiave che ritenevo, e ritengo, che possano sostenere aumento di produzione di ricchezza e riduzione di spesa pubblica: libertà, equità, semplicità.



  PAG. SUCC. >