BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCIOPERO AEROPORTI/ Linate e Malpensa, venerdì 22 giugno stop di 24 ore ai voli

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Sciopero degli aeroporti di Linate e Malpensa. Venerdì prossimo 22 giugno niente voli per i milanesi e tutti coloro che si trovano a passare per due dei più importanti scali italiani. Motivo della agitazione è sempre il problema Sea, la società che gestisce gli scali aeroportuali milanesi da tempo nell'occhio del ciclone per la questione privatizzazione e vendita da parte del Comune. Una contesa che va avanti da molto tempo, con i lavoratori che temono per il loro futuro. Ed è proprio una agitazione anti privatizzazione quella messa in piedi per venerdì da Cgil, Cisl e Uil e altri sindacati di categoria come Filt, Fit e Uiltrasporti, che prevede anche un presidio davanti al Comune di Milano, il principale interlocutore di una situazione che non sembra sbloccarsi. La proposta che fanno i lavoratori attraverso le organizzazioni sindacali è nota e rimane sempre la stessa: quotazione in Borsa del 35% della società con governance che rimanga al Comune. Contrari dunque all'ipotesi del sindaco di Milano di una vendita pari al 50,01%, proposta che poi lo stesso Pisapia avrebbe ritirato. I sindacati venerdì chiederanno alla giunta milanese di aprire un tavolo di discussione, una ipotesi che, dicono i responsabili sindacali, era già stata definita in precedenti incontri con la vecchia giunta Moratti. I sindacati chiedono anche di chiarire quanto avrebbe detto l'assessore al bilancio Tabacci che avrebbe suggerito di ridurre i voli a Linate. Il motivo? "Un rimedio strutturale per il problema dell’equilibrio economico di Sea e per il rafforzamento di Malpensa". Tornando invece alle modalità dello sciopero, si tratta di un blocco dei voli della durata di 24 ore con la fascia di garanzia rispettata, una fascia che andrà dalle ore 7 alle ore 10 e dalle ore 18 alle ore 21. Ovviamente come sempre in questi casi i disagi non saranno risparmiati per l'accumulo di ritardi sui voli cancellati. Scioperano i dipendenti di Sea Spa e quello di Sea Handilng quelli che si occupano die bagagli dei passeggeri. Secondo l e previsioni nonostante le fasce di garanzia si assisterà a una paralisi totale dei voli e dei servizi C'è poi un altro sciopero già in calendario per il prossimo 5 luglio. 



  PAG. SUCC. >