BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TASSE/ Beretta (ex assessore): Area C più estesa e guerra a suon di multe per ragion di bilancio

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

foto Infophoto  foto Infophoto

“Nel bilancio non vedo una politica per rilanciare la città e che la renda attrattiva. Basti solo considerare che quest'anno non sono state fatte mostre di livello: la cultura è ormai identificata con la cosiddetta libera espressione incarnata nell'esperimento di Macao. Tutto ciò trasforma la città in un luogo poco interessante per gli investitori”. Queste le parole dell'ex assessore al bilancio della Giunta Moratti, Giacomo Beretta, interpellato da Il Sussidiario.net. A proposito di bilancio, alla voce “mancati introiti” andranno anche ad aggiungersi i ticket d'ingresso dell'Area C, sospesa almeno sino a metà settembre. Sono poi partite le prime richieste di possibili rimborsi concessi dal Comune a coloro che hanno versato la tassa nei mesi passati: se il ticket dovesse essere definitivamente dichiarato illegittimo, infatti, tutti coloro che hanno sottoscritto un abbonamento o hanno pagato un singolo ingresso potrebbero richiedere un’indennità a Palazzo Marino.

Quale sarà la mossa della Giunta Pisapia per ovviare ai mancati incassi dei ticket di Area C?

Non solo mancheranno gli introiti dell'Area C. Anche l'operazione Serravalle appare quantomai in bilico perchè le vicende burocratiche faranno sicuramente slittare la chiusura dell'operazione almeno sino all'inizio del prossimo anno. L'unico modo per porre rimedio alle minori entrate sarà ricorrere alle tasse.

A Milano sono già state introdotte l'Imu, l'Area C e la tassa di soggiorno. Sono stati ritoccati Irpef e i biglietti dei mezzi pubblici. Quale sarà la prossima?

A mio parere, verranno intensificati i controlli dei vigili e degli ausiliari della sosta. Sarà una guerra combattuta a suon di multe e poi, come estrema ratio, verrà ulteriormente ampliata l'aliquota dell'addizionale Irpef, reiterando ciò che è stato fatto l'anno scorso.

Come giudica l'attuale piano di bilancio?

Purtroppo, è un bilancio che prevede solo tassazioni e spese legate ad esse, come i varchi d'ingresso per l'Area C. Non prevede nulla o quasi, ad esempio, per incentivare le dismissioni immobiliari o per rendere attrattiva la città. Per cui, in questo momento agli investitori conviene bene poco impegnare capitali a Milano.

Come pensa verrà risolto il problema dell'Area C?

Troveranno una nuova definizione e una nuova modalità, ma penso che il percorso verso cui si stanno avviando è l'estensione dell'area a tutta la circonvallazione esterna: il che significa maggiori introiti facendo pagare tutti quelli che saranno al volante nel capoluogo lombardo, con una sorta di tassa giornaliera. Del resto, stanno ultimando le corsie preferenziali che avevamo iniziato noi con la Giunta Moratti, per velocizzare i mezzi pubblici, soprattutto quelli della 90 e della 91. L'attuale amministrazione dovrà anche spiegarci per quale motivo i lavori di ultimazione delle metropolitane sono così in ritardo.

Quale pensa possa essere la motivazione?



  PAG. SUCC. >