BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MOTGP/ Le pagelle del Granpremio di Donnington

Pubblicazione:

Casey Stoner: Voto 10. Per la serie “provatemi a prendere”, 3 giorni da dominatore, impone il passo fin dall'inizio trasformando la gara in una marcia trionfale. Era dal Qatar che non si vedeva uno Stoner così in forma, che sia iniziata la svolta per la sua stagione?

Valentino Rossi: Voto 7 per la gara, 8 per la classifica. Cerca di inseguire l'imprendibile Stoner, illusione che dura pochi giri, nonostante qualche sbavatura, domina il duello con Pedrosa per il secondo posto staccandolo nel finale di gara. Comunque si assicura metà del risultato: porta a casa 4 punti di vantaggio sullo spagnolo portandosi a +11 in classifica generale.

Daniel Pedrosa: Voto 5. Deludente. Parte bene e si rende protagonista di una rimonta spettacolare che lo porta dal 9° al 3° posto. Dopo timidi tentativi di assalto al pesarese si adagia sulla terza posizione confermando le impressioni emerse nelle precedenti gare che lo vedono soffrire scontri prolungati con Valentino.

Andrea Dovizioso: Voto 8. Parte a razzo superando in pochi giri Edwards, Hayden, Vermeulen e facendo ben sperare per il podio. La gioia dura però pochi giri: subisce la rimonta di Pedrosa e si vede costretto a cedere il passo a Edwards. Ottimo 5° posto, un talento.

Jorge Lorenzo: Voto 8. Sembra ritrovarsi giro dopo giro. Smaltisce il trauma da corsa in poco tempo e si fa artefice di una strepitosa rimonta dal 17° posto al 6°, confermando il suo grande talento. Lasciategli il tempo di prendere le misure alla MotoGP e si vedrà ritornare protagonista per la lotta per il podio.

Nicky Hayden: Voto 5. Parte 4° dando l'idea per una volta di essersi ricordato che qualche anno fa era stato campione della MotoGP. Ma si ritrova dopo pochi giri ad essere escluso dalla lotta per il podio. Lotta con scarso risultato con Dovizioso e Edwards negli ultimi giri si ritrova a cedere il passo ad uno scatenato Lorenzo.

Chris Vermeulen: Voto 5. Ha fatto la danza della pioggia, ma gli è andata male: il sole per questo pilota è come la criptonite per Superman. In condizioni di asciutto deve fare i conti con i limiti della sua Suzuki e si vede passare dalla terza posizione all’ottava.

Alex De Angelis: Voto 5. Non interrompe il trend negativo, gara senza infamia e senza lode.

Marco Melandri: n.p. Ectoplasmatico, più solo di una particella di sodio, lui e la sua Ducati non riescono proprio a entrare in sintonia. Divorzio nelle vicinanze?



© Riproduzione Riservata.