BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MotoGp/ Stoner pronto per Phillip Island: potrebbe essere l’ago della bilancia nella lotta fra Rossi e Lorenzo

Pubblicazione:

Stoner%20prew%20Phillip%20Island_R375.jpg

Il Ducati Marlboro Team è in viaggio per Phillip Island, dove domenica prossima si correrà il GP d’Australia, gara di casa di Casey Stoner. Il pilota australiano ama molto il tracciato che si adagia sulla costa dello “Stretto Di Bass” perché è molto veloce, tecnico ed impegnativo. Stoner in MotoGP vi ha vinto due volte, nel 2007 e nel 2008 Ci sono tutte le premesse, dunque, perché il pilota della Ducati possa continuare efficacemente il suo percorso di recupero verso la totale ripresa fisica e puntare, perché no, al gradino più alto del podio. Da conquistare e difendere c’è il terzo posto nella classifica mondiale, attualmente nelle mani di Dani Pedrosa. Ma a soli tre granpremi dalla fine di questo mondiale che vede impegnati i due alfieri della Yamaha in una lotta serrata per la conquista del titolo iridato, uno come Casey potrebbe giocare un ruolo importante, andando a togliere punti preziosi all’uno o all’altro dei contendenti. Lo ha già fatto all’Estoril, potrebbe rifarlo sulla pista di casa sua. E alla fine, anche un briciolo di punti, potrebbe fare la differenza.

 

Casey Stoner

“Aspetto il GP di Phillip Island con piacere. In Portogallo ho completato il fine settimana di gara senza problemi, a parte la prevedibile stanchezza provocata da una gara di MotoGP dopo due mesi di inattività. Adesso dovrei essere abbastanza pronto per il prossimo round anche perché la temperatura che andremo a trovare dovrebbe essere abbastanza fresca e quindi migliore per me in questo momento in cui non sono ancora al massimo della condizione fisica. Il tracciato in se è semplicemente fantastico: veloce, filante, non ha praticamente un solo punto che possa non piacere ad un pilota. Le gare lì sono quasi sempre molto belle: negli ultimi due anni per me sono state un sogno ma questa volta probabilmente sarà un po’ diverso. Dobbiamo solo aspettare e vedere cosa potremo fare”.



© Riproduzione Riservata.