BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RISATE&MOTORI/ Paolo Cevoli: Valentino Rossi? Lo seguirei anche se giocasse a ciclotappo

Pubblicazione:

Cevoli_RossiR375.jpg
<< Prima pagina

 

 

Sì molto. Mi piacerebbe vederlo sia in sella a una Ducati che dentro a una Ferrari. Come penso tutti gli italianii. Mi piacerebbe vederlo anche giocare a pallavolo o correre in bicicletta perché Valentino comunica questa gioia, questa voglia di partecipare, di vincere. Anche se giocasse a ciclotappo andrei a vederlo.

 

Che cosa ti affascina, in particolare, del mondo delle corse?

 

Sicuramente le gare che ho avuto modo di seguire con un punto di vista particolare perché le vedo dai box: sono molto belle, affascinanti. C’è ancora un certo contatto con il pilota anche se io, lo riconosco, da questo punto di vista sono un privilegiato. In più questo sport, avendo un campione così carismatico come Valentino, ti prende.

 

Sempre in tema di motori, cosa dici di Alonso in Ferrari?

 

È un bell’acquisto perché sicuramente è uno che va forte, senza togliere niente agli attuali piloti. Però uno, Raikkonen, sembra un calippo, e quell’altro, Massa, è un bravo ragazzo. Alonso invece ha più carisma sicuramente.

 

Sarà il nuovo Schumacher?

 

Boh? Guarda che io di automobili non ci capisco niente e non ho la competenza per dire questo è più bravo di quello, anche perché nella Formula 1, rispetto alle moto, anche visivamente, l’uomo si perde: quando vedi la Formula 1 vedi una bella macchina con un casco che sbuca fuori che potrebbe essere di chiunque. Potrebbero togliere il pilota all’ultimo momento che, secondo me, nessuno se ne accorgerebbe. Ma neanche quando escono riesci a capire di chi si tratta. Invece quando vedi le moto, vedi sia l’uomo che la moto.

 

Parliamo ora un po’ di Paolo Cevoli. Cosa bolle in pentola per la nuova stagione?

 

Tra quindici giorni debutto con un nuovo spettacolo a Cesena che si chiama “Disco Paradise 77” ed è la storia di una famiglia che gestiva una balera in Romagna e la trasforma in discoteca. La famiglia è composta dalla mamma e due figli gemelli che interpreto io. Con me lavora Claudia Penoni, la moglie di uno dei due fratelli, Duilio Pizzocchi che interpreta l’impresario della band e Andrea Vasuni che fa il cameriere. È una commedia scritta da me che racconta delle storie e che mi ha appassionato. Debutto il 15 ottobre a Cesena e poi vediamo. E da gennaio Zelig.

 

Tu sei anche un lettore de ilsussidiario.net…

 

Si ed è bello! Anche se mi devo accontentare dei "feeds" perché sul sito riesco ad andarci poco.

 

(Maurizio Saporiti)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.