BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Moto GP/Livio Suppo lascia la Ducati

Pubblicazione:

Livio%20Suppo%20Ducati_R375.jpg

L’ultimo appuntamento della stagione 2009 MotoGP sarà anche l’ultima gara con il colori del Ducati Marlboro Team per Livio Suppo, responsabile del progetto MotoGP della casa di Borgo Panigale. Con una decisione maturata già da tempo, Livio lascia Borgo Panigale per iniziare una nuova avventura professionale.

In Ducati dal 1999, Livio ha partecipato alla crescita e all’affermazione di questo impegnativo e ambizioso progetto, contribuendo con le sue intuizioni, la sua perseveranza e il suo entusiasmo alla vittoria del titolo iridato 2007 e ai tanti podi e vittorie che hanno caratterizzato la Ducati Desmosedici dal 2003, anno del suo debutto, ad oggi.

“Livio ha rappresentato molto per Ducati ed anche per me personalmente: è stato un collaboratore leale e prezioso, ma soprattutto un grande amico” - ha commentato Claudio Domenicali, Direttore Generale Ducati - “Ci dispiace che abbia deciso di lasciare l’azienda ma, alla luce della sua correttezza, della professionalità e del grande contributo che ha offerto per la crescita e l’affermazione del progetto MotoGP e del marchio Ducati, non possiamo che fargli i nostri migliori auguri per la sua nuova esperienza professionale. D’altra parte questi momenti sono anche quelli in cui si può ripensare alle organizzazioni per migliorarle ulteriormente ed è proprio quanto abbiamo fatto definendo la direzione della squadra 2010. Infatti la gestione del Ducati Marlboro Team sarà affidata a due nuove figure manageriali complementari, individuate proprio allo scopo di rafforzarla ulteriormente. Alessandro Cicognani, attuale responsabile Marketing della Divisione Ducati Corse, sarà il responsabile del progetto MotoGP. A lui si affiancherà Vittoriano Guareschi, già collaudatore Ducati, che ricoprirà il ruolo di Team Manager, portando all’interno della struttura il ventaglio di competenze che gli derivano dalla sua lunga esperienza di pilota professionista prima e di collaudatore poi.”

< br/>
© Riproduzione Riservata.