BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Moto Gp/Pedrosa vince a Valencia, davanti a Rossi e Lorenzo. Stoner cade nel giro di ricognizione

Pubblicazione:

Pedrosa%20Win%20Valencia_R375.jpg

E’ stata la classica gara alla Pedrosa con il solito copione che il pilota della Honda ci ha abituato a vedere quando gli capita di vincere: lo spagnolo, complice la sciagurata caduta di Stoner nel giro di ricognizione, al via scatta alla grande, prende subito il comando delle operazioni, allunga alla sua maniera e per gli altri, Valentino compreso, non c’è più nulla da fare. Ma la cosa clamorosa è stato vedere Casey Stoner, dominatore assoluto delle prove e delle due ultime gare, cadere rovinosamente con la sua Ducati durante il giro di ricognizione e gettare così al vento la possibilità di chiudere il mondiale con una fantastica tripletta e conquistare, così, il terzo posto in classifica generale. Ne ha approfittato Pedrosa che è riuscito a scavalcare l’australiano nel mondiale e salvare, tutto sommato, una stagione ancora una volta avara di soddisfazioni per l’alfiere della Honda. Gara, quindi, decisa nei primi giri, con Pedrosa da subito al comando, seguito da Elias, autore di una buona partenza (lo spagnolo scattava dalla terza fila con l’ottavo tempo), da Lorenzo e Rossi. Era proprio lo spagnolo della Honda del team Gresini a fare un po’ da tappo al duo Yamaha che doveva faticare non poco per passare Elias. Una volta sbrigata la pratica, per i due piloti della Yamaha andare a prendere Pedrosa appariva da subito impresa difficile, visti i tempi impressi dal leader della corsa. A questo punto Lorenzo forzava e rischiava di andare per l’ennesima volta per terra prendendosi una paurosa imbarcata: ne approfittava Valentino per superare Lorenzo e mettersi alla caccia di Pedrosa. Ma l’impresa, questa volta, non riusciva e alla fine il pilota di Tavullia doveva difendersi dal recupero di Lorenzo. Quarto al traguardo transitava Colin Edwards in sella alla Yamaha del team Monster Tech 3 che precedeva un ottimo Hayden con l’unica Ducati ufficiale rimasta in pista e Tony Elias. L’altro protagonista della gara è stato l’americano Ben Spies debuttante in sella alla Yamaha del team Sterilgarda. Partito con il nono tempo, al via si ritrovava in dodicesima posizione: il tempo di prendere confidenza con il tracciato e con la moto in configurazione da gara e il fresco campione del mondo della Superbike cominciava una bella rimonta che lo vedeva passare, uno dopo l’altro, Melandri, Kallio, De Angelis. De Puniet e Dovizioso, concludendo in settima posizione. Non male per un debuttante. Male, invece,le Suzuki che chiudono una stagione difficile in maniera disastrosa con Capirossi 14° e Vermulen 15°. Ultimo Melandri, autore anche di un fuori pista.

 

La gara

1 Dani Pedrosa (SPA Honda Repsol) + 46’47”553

2 Valentino Rossi (ITA Fiat Yamaha) + 2”630

3 Jorge Lorenzo (SPA-Fiat Yamaha) + 2”913

4 Colin Edwards (USA-Monster Yamaha Tech 3) + 32”515

5 Nicky Hayden (USA-Ducati) + 34”585

6 Toni Elias (SPA Honda san Carlo Gresini) + 34”888

7 Ben Spies (USA-Sterilgarda Ymaha) + 37”706

8 Andrea Dovizioso (ITA Honda Repsol) +38”364

9 Mikka Kallio (FIN-Ducati Pramac) + 42”491

10 Alex De Angelis (ITA-Honda San Carlo Gresini) + 43”689

11 Randy De Puniet (FRA Honda LCR) +46”018

12 James Toseland (GBR Yamaha Tech 3) + 50”226

13 Aleix Espargaro (SPA Ducati Pramac) + 57”168

14 Loris Capirossi (ITA-Rizla Suzuki) + 1’06”877

15 Chris Vermulen (AUS Rizla Suzuki) + 1’11”711

16 Gabor Talmacsi (HUN-Honda Scot) + 1’14”405

17 Marco Melandri (ITA Hayate Kawasaki) + 1’33”425

 

La classifica finale

1 Valentino Rossi (ITA Fiat Yamaha) 306

2 Jorge Lorenzo (SPA Fiat Yamaha) 261

3 Dani Pedrosa (SPA Honda Repsol) 234

4 Casey Stoner (AUS Ducati Marlboro) 220

5 Colin Edwards (USA Yamaha Tech 3) 161

6 Andrea Dovizioso (ITA Honda Repsol) 160

7 Toni Elias (SPA Honda Gresini) 115

8 Alex De Angelis (RSM Honda Gresini) 111

9 Loris Capirossi (AUS Rizla Suzuki) 110

10 Marco Melandri (ITA Hayate Kawasaki) 108



© Riproduzione Riservata.