BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MotoGP/Valentino Rossi alla Yamaha: nel 2011 o me o Lorenzo

Pubblicazione:

Rossi%20Lorenzo%20Valencia_R375.jpg

In un’intervista alla BBC Valentino Rossi ha parlato del suo futuro nelle due ruote e ha posto delle precise richieste alla casa giapponese: "In Yamaha devono scegliere tra me e Lorenzo per il 2011”. Sicuramente il nove volte campione del mondo non ha digerito bene la scelta della Yamaha, a metà campionato e in piena bagarre per il titolo, di confermare Jorge Lorenzo anche per la stagione 2010 accettando le condizioni poste dal pilota spagnolo e, soprattutto, accettando di fatto la tesi di Lorenzo che ha fatto capire a chiare lettere di non sentirsi minimamente inferiore al compagno di scuderia e quindi di meritarsi pari trattamento. In più Valentino ha certamente affrontato una stagione resa difficile dalla convivenza con Lorenzo e in più di un’occasione ha ribadito che in un team le gerarchie ci devono essere e devono essere rispettate. Insomma, il classico due galli nel pollaio non giovano a nessuno. "Non sono sicuro di restare al 100% con la Yamaha - ha proseguito Rossi - dipende da cosa succederà il prossimo anno. Dipende dalle mie prestazioni, dalla battaglia con Lorenzo e dalle decisioni della Yamaha per il 2011. Ho una grande opzione per passare alla Ducati. Tentare di vincere il campionato con una moto italiana sarebbe una grande motivazione".

Per ora resta il fatto che la volontà di Rossi è quella di chiudere la sua carriera con la casa dei tre diapason, a patto però che le cose vadano per il verso giusto: "In questo momento preferisco restare con loro perché l’amore per la Yamaha, il nostro rapporto, è qualcosa di speciale. Cambiare sarebbe doloroso. Per entrambi sarebbe importante chiudere insieme".

Ora la palla passa alla Yamaha: gli altri restano in attesa di sapere se c’è la speranza di vedere il Dottore in sella alla Rossa di Borgo Panigale. Ma non è detto che Valentino possa anche dire definitivamente addio alle moto alla fine del 2010.

< br/>
© Riproduzione Riservata.