BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MICHAEL SCHUMACHER/ Perché Schumi ha deciso di tornare a correre in Formula 1?

Pubblicazione:

Schumacher_MercedesR375.jpg

Ha suscitato scalpore, entusiasmo, critiche e quant'altro la notizia che Michael Scumacher, dopo tre anni sabbatici, ha deciso di rimettere casco e tuta per sfidare se stesso e i piloti emergenti del mondiale di Formula 1.

Ma perchè mai un sette volte campione del mondo, fra gli sportivi più ricchi della storia, dovrebbe rimettersi al volante e affrontare nuovamente il rischio? La Ferrari, per bocca del presidente Montezemolo, è sicura che sulla Mercedes siederà il "fratello" di Schumacher, perchè quello vero non avrebbe mai tradito la Ferrari. Ma, ragionandoci bene, in cosa consisterebbe il tradimento?

Quando Schumacher era stato chiamato dalla Ferrari a sostituire l'infortunato Massa, il tedesco aveva fatto il possibile per dare una mano al casa di Maranello che, nel 2009, stava vivendo una delle peggiori stagioni, con una sola vittoria all'attivo. In realtà il collo, offeso da una caduta in moto, non aveva permesso all'asso tedesco di ritornare clamorasamente in pista, ma gli aveva consentito di elaborare una serie di riflessioni.

Il collo, molto sollecitato su una F1, non era una scusa, ma era anche vera la considerazione che la monoposto della Ferrari non era competitiva e, senza test, vietati per regolamento, era improbabile, se non in certe condizioni che potesse vincere (Fisichella con la Force India aveva sfiorato la vittoria e con la Ferrari non ha ottenuto neanche un punto).

Ma cosa era scattato nella mente di Schumi che, per testare le sue condizioni fisiche, aveva guidato una monoposto di due anni prima? È la molla che si attiva automaticamente in tutti i piloti, compresi i dilettanti come il sottoscritto.

Perchè si corre? Perchè si sale su una macchina da corsa per andare al massimo? Semplicemnte per assecondare un desiderio, per dare corpo a una passione o, più banalmente, per il gusto di farlo. Chi non ha questa molla, vi assicuro che non salirebbe su un'auto a girare intorno a un circuitio per un'ora e mezza.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
05/01/2010 - IL PIE' VELOCE SCHUMACHER (celestino ferraro)

Un po' desolante come ambizione, e i sentimenti? Tutto al dio denaro! Anche se sotto mentite spoglie.

 
29/12/2009 - Coltellata alla schiena. (Alberto Pennati)

Saranno contenti tutti i ferraristi (io non lo sono) che hanno sempre osannato ed adorato un piccolo uomo che alla prima occasione, visto che la Ferrari non è la macchina top, ne ha scelta una più competitiva. Solo il ricordare che non ha immediatamente vinto il mondiale (come i suoi tifosi credevano) e che un certo Irvine lo stava vincendo perchè davanti a lui - suo compagno di squadra - mi fa ancora sorridere (sarebbe stato uno smacco per tutta la squadra, il compagno "imbranato"; ma vi ricordate l'imbarazzante cambio gomme ai box che ha fatto perdere il mondiale ad Eddie?). Io ho tantissima nostalgia di Enzo Ferrari e del suo team, uomo,impenditore, sportivo di ben altro spessore. E ora come ha ripagato i suoi tifosi ed i devoti telecronisti Rai?