BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MOTOGP/ La FIM annuncia le modifiche al regolamento 2009

Pubblicazione:

motoGP_R375.jpg

Le modifiche al regolamento sono giunte per motivi di riduzione dei costi e avranno effetto già a partire dalla stagione 2009.
La Commissione Grand Prix, composta da Carmelo Ezpeleta (CEO Dorna Sports), Claude Danis (FIM), Hervé Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchi (MSMA), alla presenza del Presidente della FIM Vito Ippolito, di Ignacio Verneda (FIM Sport Director), Javier Alonso (Dorna) e del segretario Paul Butler, in un incontro tenutosi il 18 febbraio ha deliberato le seguenti modifiche con effetto immediato.

1. Eliminata inanzitutto la sessione mattutina del venerdì per tutte le classi del Campionato del Mondo e riduzione di tutte le sessioni MotoGP, qualifiche comprese, da un'ora a 45 minuti.

2. A partire dal GP di Repubblica Ceca, saranno utilizzabili 5 motori (da gestire per gli ultimi 8 appuntamenti). Non saranno permesse parti di ricambio, salvo quelle per il mantenimento quotidiano.

3. I materiali in ceramica non saranno permessi per freni a disco o a pastiglie.

4. Bandito il sistema di controllo in partenza.

5. Il controllo elettronico delle sospensioni non sarà permesso.

6. Saranno solo due i test post GP, precisamente in Catalogna e a Brno, a cui avranno accesso solo i collaudatori.

L'importante meeting di ieri che ha approvato le proposte della MSMA di inizio anno sulla riduzione dei costi nel campionato del mondo ha avuto le prime fondamentali impressioni dagli uomini chiave della MotoGP.
Il Presidente della FIM Vito Ippolito ha spiegato i motivi che stanno alle spalle dei nuovi regolamenti, dichiarando: “Abbiamo preso alcune importanti decisioni oggi per ridurre i costi ed eravamo tutti d'accordo riguardo le modifiche. Dorna, le case costruttrici e i team ci hanno aiutato a prendere queste decisioni”.
Ha continuato, “La riduzione delle sessioni di prova avrà grande peso sulla bilancia della riduzione dei costi, come del resto la modifica all'utilizzo dell'elettronica e la nuova regola sul numero di motori utilizzabili”.
Ippolito ha aggiunto, “Queste sono le decisioni definitive per il 2009, e siamo convinti che possano aiutarci parecchio. Sono il primo passo, presto ci incontreremo di nuovo per discutere su come ridurre ulteriormente i costi nel 2010”.
Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna, ha commentato, “Abbiamo introdotto oggi alcuni significativi cambi del regolamento per garantire il futuro della MotoGP. Queste decisioni per il 2009 aiuteranno a rendere più abbordabile l'approdo al Campionato del Mondo. È un giorno importante per il Campionato del Mondo MotoGP che diventerà più economico e più spettacolare”.
 



© Riproduzione Riservata.