BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MOTO GP/ I test IRTA vanno a Casey Stoner. Secondo Valentino Rossi

Pubblicazione:

Stoner_R375.jpg

Nei test IRTA, Casey Stoner vola e con il tempo di 1’38”646 si aggiudica la BMW 135i Limited Edition messa il palio per il vincitore. Bastano solo tre giri al campione australiano per mettere tutti in riga con il tempo di 1’39”176. Valentino Rossi non ci sta e prova a contrastare il dominio del pilota Ducati, arrivando a poco meno di 3 decimi dal tempo record di Stoner. A 15 minuti dal termine, la sessione viene interrotta a causa di un brutto incidente che vede coinvolto James Toseland che cade rovinosamente a terra con la sua Yamaha del team Tech 3. Attimi di paura per il pilota inglese che viene immediatamente trasportato alla clinica mobile dove gli viene riscontrato una leggera commozione cerebrale. Appena il tempo di riprendere e Stoner mette fine a tutte le velleità dei concorrenti, Valentino compreso, stampando un tempone irraggiungibile per tutti: 1’38”646. Quando mancano solo 5 minuti al termine della sessione, cadono le prime gocce di pioggia e i test praticamente hanno fine. Bis dunque per Casey Stoner dopo il successo ottenuto anche lo scorso anno. Alle sue spalle il solito Valentino Rossi seguito da un sempre più sorprendente Loris Capirossi in sella alla Suzuki Rizla e da Jorge Lorenzo, il più veloce nella giornata di ieri. Buona anche la prova dell’esordiente Mikka Kallio con la Ducati del team Pramac e di Chris Vermulen con la Suzuki. In difficoltà Andrea Dovizioso, portacolori della Honda ufficiale, vista l’assenza di Pedrosa, che si piazza in settima posizione a 1”5 da Stoner. Buono anche il rientro di Gibernau, ottavo con la Ducati. I test dicono, insomma, che a giocarsi il titolo nel 2009 saranno ancora Stoner e Valentino, con possibili outsider Lorenzo e i piloti Suzuki, aspettando il rientro di Pedrosa.

 
 
La classifica dei test
 
1 Casey Stoner (AUS Ducati Marlboro) 1'38”646
2 Valentino Rossi (ITA Fiat Yamaha) a 0”719
3 Loris Capirossi(ITA Rizla Suzuki) a 1”111
4 Jorge Lorenzo (SPA Fiat Yamaha) a 1”183
5 Chris Vermulen (AUS Rizla Suzuki) a 1”202
6 Mika Kallio (FIN Ducati Pramac) a 1”503
7 Andrea Dovizioso (ITA Honda Repsol) 1”522
8 Sete Gibernau (SPA Ducati Hernando) 1”582
9 Toni Elias (SPA Honda Gresini San Carlo) a 1”620
10 Colin Edwards (USA Yamaha Tech 3) a 1”659
11 Nicky Hayden (USA Ducati Marlboro) a 1”755
12 Marco Melandri (ITA Kawasaki Hayate) a 1”759
13 Randy De Puniet (FRA Honda LCR) a 2”000
14 Yuki Takaashi (JPN Honda Scot) a 2”168
15 Alex De Angelis (RSM Honda Gresini San Carlo) a 2”223
16 James Toseland (GBR Yamaha Tech 3) a 2”779
17 Vittoriano Guareschi (ITA Ducati Marlboro) a 2.839
18 Niccolo Canepa (ITA Ducati Pramac) a 2”905
19 Kousuke Akiyoshi )JPN Honda Repsol) a 3”560 


© Riproduzione Riservata.