BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORMULA 1/ La Red Bull mette le ali: vince Vettel davanti a Webber. Terzo Button, Ferrari Ko

Pubblicazione:

F1_cina_2009_podio_R375.jpg

 

Primo trionfo in Formula 1 per la scuderia Red Bull che nel Granpremio di Shanghai, in Cina, sotto una pioggia battente, sfodera una fantastica doppietta. Sebastian Vettel transita per primo sotto la bandiera a scacchi per la seconda volta in carriera, davanti al compagno di scuderia Mark Webber. Gara fantastica quella del giovane talento tedesco, dominatore assoluto della gara dal primo all’ultimo giro. Button limita i danni portando a casa un terzo posto che vale oro per la classifica generale. Il via viene dato, visto la pioggia che cade sul circuito e che rende la pista insidiosa, in regime di Safety Car. Scatta bene Vettel, che imprime subito il suo ritmo insostenibile per tutti gli altri, eccezion fatta per il compagno di scuderia Webber. Un incidente spettacolare tra Trulli, costretto poi al ritiro, e Kubica che piomba letteralmente sul retrotreno della Toyota dell’italiano, costringe i commissari di gara a far rientrare la Safety Car di nuovo in pista. Button ne approfitta per fare rifornimento, ma alla ripartenza è di nuovo Vettel a prendere il comando della corsa. Seconda sosta per il pilota tedesco che rientra alle spalle della Brawn GP di Button: pochi giri e Vettel passa in staccata la Brawn GP, a dimostrazione della superiorità della Red Bull sul bagnato di Shanghai rispetto a tutte le altre monoposto. C’è tempo di vedere pure Mark Webber risalire in seconda posizione al momento del secondo rifornimento di Button, per coronare una giornata storica per la scuderia inglese. Alle spalle dei primi è una gara per entrare nella zona punti, con Hamilton autore di una serie di sorpassi, a cominciare da quello sulla Ferrari di Raikkonen, come di una serie di errori con conseguenti testacoda sull’asfalto viscido. Il campione del mondo concluderà la gara in sesta posizione alle spalle del compagno di squadra Kovalainen, quinto. Completano la classifica che assegna punti iridati, Timo Glock con la Toyota, partito dalla corsia dei box, e un ottimo Buemi con la Toro Rosso per la seconda volta a punti nella stagione del debutto in F1. Ancora una volta gara da dimenticare per le Ferrari, a secco di punti dopo il terzo appuntamento della stagione. Massa, autore di un buon avvio e addirittura risalito fino alla terza posizione, è costretto al ritiro per noie all’elettronica della sua vettura. Raikkonen termina in sofferenza il gran premio in decima posizione, pur partendo dalla quarta fila. Per lui una gara senza acuti, quasi da rassegnato, alle prese con una vettura palesemente in difficoltà. Sfiora il colpaccio la Force India, fino a pochi giri dal termine in sesta posizione, in piena zona punti, con Adrian Sutil. Un testa coda rimediato nel tentativo di tenere a bada la McLaren di Hamilton, lo mette fuori gara. Grande rammarico per la scuderia indiana, che già assaporava i primi punti mondiali della sua storia. Per la Ferrari sarebbe stata l’ennesima beffa, vedersi scavalcare nelle classifiche dalla cenerentola del circus. Male anche Alonso, che scattava dalla prima fila. Partito con poco carico di benzina, dopo lo stop ai box rientra nelle retrovie e fatica a risalire. Per lui nono posto, primo tra i piloti fuori dalla zona punti, che lascia l’amaro in bocca.
 
La classifica
1 Sebastian Vettel (GER-Red Bull-Renault)                 1’57”43      
2 Mark Webber (AUS-RBR-Renault)                              + 10” 970
3 Jenson Button (GBR-Brawn-Mercedes)                    + 44”975
4 Rubens Barrichello (BRA-Brawn-Merc.)                    + 1’03”704
5 Heikki Kovalainen (FIN-McLaren-Merc.)                     + 1’05”102
6 Lewis Hamilton (GBR-McLaren-Merc.)                      + 1’11”866
7 Timo Glock (GER-Toyota)                                             + 1’14”476
8 Sebastien Buemi (SWI-Toro R.-Ferrari)                     + 1’16”439
9 Fernando (SPA-Alonso Renault)                                 + 1’24”309
10 Kimi Räikkönen (FIN-Ferrari)                                     +1’31”750
11 Sebastien Bourdais (FRA-Toro Rosso)                  + 1’34”156
12 Nick Heidfeld (GER-BMW Sauber)                           + 1’35”834
13 Robert Kubica (POL-BMW Sauber)                          + 1’46”853
14 Giancarlo Fisichella (ITA-Force India)                      + 1 giro
15 Nico Rosberg (GER-Williams-Toyota)                     + 1 giro
16 Nelsinho Piquet (BRA-Renault)                                + 2 giri  
 
La classifica mondiale
1 Jenson Button (GBR-Brawn-Mercedes)                    21
2 Rubens Barrichello (BRA- Brawn-Mercedes)          15
3 Sebastian Vettel (GER – Red Bull)                             10
4 Timo Glock (GER-Toyota)                                            10
5 Mark Webber (AUS-RBR-Renault)                             9.5
6 Jarno Trulli (ITA-Toyota)                                                8.5
7 Nick Heidfeld (GER-BMW Sauber)                             4
8 Fernando Alonso (SPA-Renault)                                 4
9 Heikki Kovalainen (FIN – McLaren Mercedes)         4
10 Lewis Hamilton (GBR-McLaren-Mercedes)           4
11 Nico Rosberg GER-Williams-Toyota)                     3.5
12 Sebastien Buemi (Swiss-STR-Ferrari)                  3
11 Sebastien Bourdais (FRA-STR-Ferrari)                 1
 


© Riproduzione Riservata.