BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORMULA 1/ Button vince ancora nel diluvio di Sepang. Ennesimo disastro Ferrari, ancora a zero punti

Pubblicazione:

button_sepang_R375.jpg

 

La pioggia arriva e pone fine con largo anticipo al Granpremio della Malesia. Un violento acquazzone si abbatte sul circuito a metà gara costringendo i commissari ad esporre la bandiera rossa. Al momento dell’interruzione al comando si trovava Jenson Button seguito da un sorprendente Glock e da Nick Heidfeld. La pioggia continua a cadere e i commissari, visto che non esistono più le condizioni per far riprendere la corsa (il limite per le gare di F1 è di due ore) decidono per la sospensione della gara. Non essendo stati effettuati i due terzi della stessa, come prevede il regolamento, i punti attribuiti saranno dimezzati. Dunque secondo successo consecutivo per la Brawn GP dell’inglese Jenson Button che, nonostante una partenza non eccellente, riesce a rimontare e ad agguantare la prima posizione. Prima posizione che l’inglese difende senza particolari problemi, dimostrando l’affidabilità della sua Brawn Gp e le capacità del suo team manager Ross Brawn, ex stratega al muretto della Ferrari all’epoca di Schumacker, capace di gestire al meglio la situazione con l’arrivo della pioggia. Cosa che non si può dire, invece, per la Ferrari che, al primo pit stop, decide di azzardare e monta gli pneumatici rain sulla vettura di Raikkonen: il finlandese ritorna in pista ed è costretto a compiere tre giri in condizioni di asfalto asciutto, girando in media più lento di 20” al giro rispetto a tutti gli altri e ritrovandosi, così, dalla quinta all’ultima posizione. Quando arriva la pioggia, ormai è troppo tardi per pensare ad una rimonta visto il distacco accumulato. Al momento della sospensione della gara, arriva anche il ritiro per problemi al kers. Non va molto meglio all’altro ferrarista: partito 16°, Massa è autore di una buona partenza, ma si fermerà in nona posizione, fuori dalla zona punti. Due gare e zero punti in classifica nelle prime due gare del campionato non era mai successo nella storia della scuderia di Maranello. Podio anche per la BMW di Nick Heidfeld, autore di una gara maiuscola e capace di sfruttare al meglio le incertezze meteorologiche, che porta punti preziosi alla scuderia tedesca visto il ritiro di Kubica al primo giro per noie al motore, e per la Toyota di Timo Glock . Quarto Jarno Trulli davanti a Barrichello e Mark Webber. Chiudono la zona punti Hamilton e Rosberg, autore di una grande partenza e al comando della gara sino al primo pit stop.
La gara                      
1 Jenson Button (GBR-Brawn-Mercedes)    1’35”058              
2 Nick Heidfeld (GER-BMW Sauber)             + 22”7
3 Timo Glock (GER-Toyota)                             +23”5
4 Jarno Trulli (ITA-Toyota)                                +46”1    
5 Rubens Barrichello (BRA-Brawn-Merc.)    +47”3
6 Mark Webber (AUS-RBR-Renault)              +52”3    
7 Lewis Hamilton (GBR-McLaren-Merc.)      + 1’07”  
8 Nico Rosberg (GER-Williams-Toyota)       + 1’11”5               
9 Felipe Massa (BRA-Ferrari)                         +1’16”9   
10 Sebastien Bourdais (FRA-Toro Rosso) a 1 giro  
11 Fernando (SPA-Alonso Renault)              a 1 giro 
12 Kazuki Nakajima (JPN-Williams-Toyota) a 1 giro 
13 Nelsinho Piquet (BRA-Renault)                 a 1 giro
14 Kimi Räikkönen (FIN-Ferrari)                     a 1 giro  
15 Sebastian Vettel (GER-Red Bull-Renault)             
16 Sebastien Buemi (SWI-Toro R.-Ferrari)
17 Adrian Sutil (GER-Force India-Merc.)        
18 Giancarlo Fisichella (ITA-Force India)      
                 
 
La gara
1 Jenson Button (GBR-Brawn-Mercedes)                    15
2 Rubens Barrichello (BRA- Brawn-Mercedes)          10
3 Jarno Trulli (ITA-Toyota)                                                 8.5
4 Timo Glock (GER-Toyota)                                              8
5 Nick Heidfeld (GER-BMW Sauber)                               4
6 Fernando Alonso (SPA-Renault)                                  4
7 Nico Rosberg GER-Williams-Toyota)                          3.5
8 Sebastien Buemi (Swiss-STR-Ferrari)                        2
9 Mark Webber (AUS-RBR-Renault)                                1.5
10 Lewis Hamilton (GBR-McLaren-Mercedes)              1
11 Sebastien Bourdais (FRA-STR-Ferrari)                     1
 


© Riproduzione Riservata.