BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

F1/ Le pagelle: Button 9.5, alla Ferrari 5

Pubblicazione:

Leggi le pagelle del Gran Premio di Spagna

 

Jenson Button 9,5

Ancora una volta, pur scattando dalla pole, si fa soffiare la posizione e per di più dal suo compagno di scuderia Barrichello. Perde nella prima parte di gara il confronto con il brasiliano e se non ci fosse stata di mezzo una differente strategia tra i due, voluta o no ci resta il dubbio, probabilmente le cose sarebbero andate in maniera diversa, a favore di Rubens. Malgrado ciò, però, l’inglese si porta a casa la quarta vittoria in cinque granpremi e 10 punti che lo proiettano verso il mondiale. Tatticamente nulla da eccepire. Rispetto a Barrichello dalla sua un ruolino di marcia con poche sbavature che fa la differenza. Sfruttando al meglio una vettura senza eguali.

 

Rubens Barrichello 9

Partenza da incorniciare in barba ai suoi 270 e passa granpremi disputati, quasi fosse un pivello che deve dimostrare di saperci fare. Poi fa una prima gara maiuscola che sembra spalancargli le porte della vittoria. Fino al primo pit stop, rivelatore di una tattica sulle tre soste a differenza del suo compagno di scuderia. Il secondo posto gli va un po’ stretto, ma visto la prestazione di oggi, per la vittoria manca poco.

 

Mark Webber 8

L’australiano mostra subito di che pasta è fatto quando Hamilton tenta di sorprenderlo: in men che non si dica restituisce pan per focaccia all’inglesino, regalando allo spettacolo, uno dei pochi sorpassi con relativo controsorpasso della giornata. Poi la strategia fa il resto, facendogli cogliere un bel podio. Ma Webber di suo ci mette la grinta e la consapevolezza di avere un mezzo per andare a podio.

 

Sebastian Vettel 6,5

Troppe due posizione perse in partenza su un circuito che rende difficile i sorpassi. Si accoda a Massa e lo segue anche nella strategia, identica a quella del ferrarista, che riesce a superare solo quando il brasiliano rischia di rimanere a secco. Tutto sommato una gara buttata, per uno che ha ambizioni mondiali.

 

Nick Heidfeld 7

Ultimamente i punti, in casa BMW, arrivano dal tedesco. Partito dalla tredicesima posizione, parte bene come Raikkonen, evita il caos alla prima curva, respinge diligentemente gli attacchi del Kimi ferrarista e, alla fine, rischia anche di passare l’assetato (di benzina) Massa. Cerca di sfruttare al meglio le novità tecniche apportate sulla sua BMW e con una gara priva di sbavature, coglie un bel settimo posto. Che gli vale la nona piazza della classifica mondiale, con il compagno Kubica (5) ancora a zero punti.

 

Felipe Massa 7,5

Già la seconda fila conquistata nelle qualifiche era lì a dimostrare che il nuovo pacchetto aerodinamico della Ferrari qualche buon risultato lo aveva dato. Parte bene e si mette in terza posizione: non soffre molto il confronto con le due Brawn GP la davanti e si tiene dietro il binomio più quotato Vettel-Red Bull. Un inconveniente alla macchina dei rifornimenti lo costringe ad alzare il piede dall’acceleratore sul finire della gara e a cedere due posizioni. Ma i primi 3 punti conquistati sono manna per il morale.

 

Fernando Alonso 6,5

Correva in casa, davanti al suo pubblico che lo acclamava, ma la macchine è quello che è e Fernando ci da l’anima per ricambiare tanto affetto. Non parte benissimo ma rimane concentrato e, complici l’uscita di Trulli e le disavventure di Massa, si porta a casa un quinto posto che, vista l’aria che tira, vale quasi quanto un podio. Lewis Hamilton s.v. La McLaren si presenta sul circuito catalano con modifiche aerodinamiche che fanno cilecca e che relegano il buon Hamilton in quattordicesima posizione in qualifica. Il nono posto finale sembra un sogno. L’inglese ci tenta all’inizio con Webber, ma deve lasciare perdere certe velleità quasi subito. Subisce anche l’onta del doppiaggio.

 

Ferrari 5

Ci sta che la macchina dei rifornimenti faccia i capricci e imbarchi meno benzina sulla vettura di Massa. Un po’ meno ci sta che per la seconda volta lascino la monoposto ai box convinti di avere il tempo in tasca per passare alla fase successiva. Anche se Raikkonen (5,5) non avesse voluto uscire dal box, i responsabili avrebbero dovuto far memoria di quanto successo con Massa.



© Riproduzione Riservata.