BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORMULA 1/ La parola ai protagonisti del Granpremio di Spagna

Pubblicazione:

Jenson Button: "Sono contento, è una vittoria arrivata in un circuito che ho sempre ritenuto difficile. Abbiamo cambiato strategia all'ultimo, dopo la seconda sosta mi sentivo pesante e pensavo non sarei riuscito ad arrivare davanti. Poi mi sono concentrato e giro dopo giro ce l'ho fatta. E' una vittoria che mi dà molta fiducia per il resto del Mondiale".

 

Rubens Barrichello: "Sono partito bene, ero veloce e ho spinto tanto. Poi ho cominciato a fare fatica ed è stata una  dura lotta. Sono contento del secondo posto, mi sarebbe piaciuto riuscire a vincere ma è un buon risultato". 

 

Mark Webber: "E' positivo tornare sul podio. E' interessante come la mentalita' del team sia cambiata, l'anno scorso saremmo stati contenti di raccogliere dei punti e ora vogliamo il podio ad ogni gara! Stiamo lavorando incredibilmente duro e i ragazzi fanno tardi la notte. Sebastian ha avuto più problemi con il traffico oggi ma il team ci ha portati al traguardo entrambi con molti punti, il che è fantastico. Ho fatto un secondo stint molto lungo ed ero molto più contento della vettura rispetto al primo, nonostante le gomme si siano usurate negli ultimi dieci giri. Avevamo programmato un secondo stint lungo dal momento che sapevamo che Felipe sarebbe stato in pista un giro in più e la sua guida è stata la chiave della mia corsa. Dovevamo liberarci di lui e il mio secondo stint è stato fondamentale. Sono molto contento di come ho guidato la vettura che e' stata fantastica. A Monaco mi aspetto di essere più vicino, ma il modo in cui la vettura ha reso qui, su un circuito che è un duro test per una macchina, è un buon segnale per piste come la Turchia e Silverstone. La Red Bull ha fatto un lavoro fantastico, cosi' come la Renault".

 

Sebastian Vettel: "La mia partenza non è stata delle migliori, alla prima curva Rubens era primo ed io quarto quindi ovviamente ho perso delle posizioni, in particolare nei confronti di Massa. Sono rimasto bloccato dietro di lui per tutta la gara. Era impossibile superarlo, ha fatto un ottimo lavoro senza fare errori. E' ovvio che è deludente dal momento che la mia vettura era veloce oggi ma non sono riuscito a salire sul podio. Tuttavia, è un buon risultato per il team e portiamo a casa punti preziosi".

 

Fernando Alonso: "E' stata un'ottima gara per noi. Non eravamo troppo ottimisti prima della partenza e le nostre simulazioni ci avevano suggerito che avremmo concluso in nona o decima posizione. Ma ho fatto una buona partenza e sono risalito in sesta posizione dopo la prima curva. La vettura ha funzionato molto bene durante la gara e sono stato in grado di superare Massa all'ultimo giro”.

 

Felipe Massa: “E’ stato un vero peccato aver perso due posizioni nelle battute finali, anche se almeno abbiamo finalmente mosso la classifica. Sapevamo di non poter tenere il passo della Brawn ma eravamo riusciti a stare davanti alle Red Bull e, senza il problema con la benzina, avrei mantenuto sicuramente la posizione su Vettel e Alonso. La parte finale della gara è stata una sofferenza. Già facevamo fatica con le gomme più dure e poi dovevo cercare di risparmiare carburante il più possibile, tenendomi nello stesso tempo dietro Vettel. Poi la squadra mi ha detto che, se volevo arrivare al traguardo, dovevo far passare Vettel e rallentare molto: se a quel punto avessi fatto un ulteriore pit-stop sarei finito fuori dai punti. Oggi il passo della macchina con le gomme più morbide era abbastanza buono, anche se ci mancano ancora un paio di decimi: almeno siamo tornati a lottare per le posizioni di vertice.”

 

Nick Hiedfeld: "E'stata una gara difficile ma penso che sia stata una delle mie migliori. Ho guadagnato dei punti come regalo di compleanno. La partenza è stata decisiva perché ho guadagnato 4 posizioni. Nella prima curva sono stato colpito da dietro ma per fortuna la mia macchina non ha subito danni. Non è stato facile difendere la mia posizione nei confronti di Kimi e la nostra lotta ci ha rallentato. Cosi ho perso il contatto con le prime vetture. Il team ha fatto un fantastico lavoro in occasione dei pit stop perché sono riuscito a superare Rosberg al secondo pit stop. E' un grande risultato per noi e il ritmo di gara ha dimostrato il miglioramento del nuovo pacchetto aerodinamico, e questa è una buona notizia per il resto della stagione".

 

Nico Rosberg: "Oggi potevamo davvero arrivare quinti ma alcune cose non hanno funzionato per noi. Ho fatto ottimi giri all’inizio, ma dopo circa una decina di tornate ho iniziato ad avere un problema al posteriore della vettura che ho avuto per tutto il weekend. Qualcosa di inspiegabile che ha condizionato il bilanciamento provocando molto sovrasterzo. Non sono riuscito a spingere. Andare a casa con un punto è sempre positivo. A Monaco dovremmo avere una buona macchina, per cui credo che lì avremo una chance di fare bene."

 

Lewis Hamilton: "Quella di oggi e' stata una gara difficile perché ci manca il carico aerodinamico delle vetture migliori. Ero un pò preoccupato per le gomme dopo essere passato su così tanti detriti alla prima curva ma ne sono uscito bene. E' stata una gara lunga e difficile, dove era incredibilmente dura tenere la vettura in pista: era come guidare sul ghiaccio a volte, soprattutto verso la fine del secondo stint, quando le gomme erano ormai finite, e nell'ultimo stint, quando c'era davvero poco grip con le gomme dure. Ho dato il massimo per l'intera gara e la nona posizione non è un premio adeguato per il team, che ha lavorato duramente per tutto il weekend. Tuttavia, speriamo che Monaco si riveli una gara migliore per noi per l'assenza di curve veloci ".

 

Kimi Raikkonen: “Sono molto dispiaciuto perché avrei potuto finire in zona punti. Purtroppo, abbiamo avuto un problema idraulico nel controllo dell’acceleratore che mi ha costretto al ritiro. Alla partenza ero riuscito a guadagnare diverse posizioni ma poi mi ero ritrovato dietro alla BMW di Heidfeld. La macchina è migliorata ma dobbiamo sistemare questi problemi di affidabilità. E’ chiaro che quando si deve recuperare terreno può accadere di commettere errori evitabili, com’è accaduto a noi in questo inizio di stagione, ma ciò non vuol dire che la squadra abbia perso il filo: sono le stesse persone che negli ultimi due anni hanno vinto tre titoli iridati su quattro disponibili.”

 



© Riproduzione Riservata.