BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MOTO GP/ A Jerez Lorenzo firma una fenomenale pole davanti a Pedrosa e Stoner. Rossi fa il gambero e apre la seconda fila.

Pubblicazione:

Lorenzo Jerez_R375.jpg

 

Sul circuito di Jerez de la Frontera, in Spagna, il pilota di casa Jorge lorenzo conquista la pole position con il tempo di 1’38”933. In una giornata soleggiata, ma caratterizzata da un forte vento che infastidisce i piloti, si assiste ad una sessione combattuta. Parte forte Pedrosa, il più veloce nelle libere del mattino, ma gli risponde subito il connazionale, nonché acerrimo rivale Lorenzo, che con la Yamaha sponsorizzata Fiat, si mette subito davanti a tutti, scendendo addirittura sotto il muro dell1’39” quando monta le gomme morbide. Tenta il colpaccio Pedrosa, ma il pilota di casa Honda deve accontentarsi della seconda posizione a soli 51 millesimi dal pilota della Yamaha. Chiude la prima fila, a sorpresa, Casey Stoner in sella alla Ducati, in difficoltà nella prima parte delle qualifiche. Fa il gambero Valentino Rossi, dominatore delle libere del venerdì: in difficoltà nella sessione mattutina, fatica anche nelle qualifiche dove non riesce a conquistare neppure la prima fila. Aprirà la seconda davanti a Randy De Puniet in sella alla Honda del team di Lucio Cecchinello e a Loris Capirossi con la Suzuki. Solo ottavo Andrea Dovizioso, preceduto da Colin Edwards con la Yamaha del team Tech 3. Chiude la terza fila Toni Elias con la Honda del team Gresini. Male De Angelis, autore anche di una caduta senza conseguenze, 15°, mentre fa meglio di lui Melandri 11°. Ultima fila tutta targata Ducati, con Hayden 16° davanti a Kallio e Canepa.
 
Nella classe 125 Pole per Simon, davanti a Bradley Smith e all’italiano Iannone, leader della classifica iridata. Nella quarto di litro pole per Alex Debon davanti a Hector barbera e al nostro Marco Simoncelli. Quarta posizione per il leader della classifica Alvaro Bautista.
 
 
Jorge Lorenzo: “E’ incredibile essere nuovamente in pole position a Jerez, nella gara di casa. Guidare su questa pista è speciale per uno spagnolo e oggi ho sentito una grande motivazione. Ieri avevamo avuto qualche problema ed ero un po’ preoccupato, ma abbiamo lavorato bene con la squadra ed oggi siamo stati in grado di risolvere ogni inconveniente, così ho potuto guidare la mia Yamaha come volevo. Mi sono sentito molto a mio agio e spero che ciò accada anche in gara. Partiamo nella posizione migliore possible. Sarà dura perchè siamo tutti vicini, ma sono sicuro di poter combattere nuovamente per il podio, come ho fatto nelle ultime due gare. Spero solo che domani ci sia un po’ meno vento!”
 
“La nostra moto qui non ha mai dimostrato tutto il suo potenziale ma sia durante i test sia in questi due giorni di prove abbiamo lavorato molto per ottenere un pacchetto quantomeno competitivo. Questa mattina mi sentivo davvero a posto e anche se non avevo il miglior tempo ero molto fiducioso. Purtroppo però poi si è alzato un forte vento che in genere rende la nostra moto piuttosto instabile, cosa che non mi ha certo reso fiducioso dopo le difficoltà di ieri con l’anteriore. In ogni caso mi ero posto la seconda fila come obiettivo quindi trovarmi davanti.
 
Dani Pedrosa: "Sono soddisfatto, soprattutto pensando a ieri, quando eravamo molto lontani. Abbiamo lavorato bene e domani spero di fare una buona gara."
 
 
Casey Stoner: “La nostra moto qui non ha mai dimostrato tutto il suo potenziale ma sia durante i test sia in questi due giorni di prove abbiamo lavorato molto per ottenere un pacchetto quantomeno competitivo. Questa mattina mi sentivo davvero a posto e anche se non avevo il miglior tempo ero molto fiducioso. Purtroppo però poi si è alzato un forte vento che in genere rende la nostra moto piuttosto instabile, cosa che non mi ha certo reso fiducioso dopo le difficoltà di ieri con l’anteriore. In ogni caso mi ero posto la seconda fila come obiettivo quindi trovarmi davanti mi è sembra un bonus inaspettato che sarà molto utile per domani. A parte gli ultimi due anni ho sempre fatto fatica nella mia gara di casa mentre gli italiani e gli spagnoli sembrano avere una marcia in più quando sono sul loro terreno. Il tifo per Dani e Jorge qui è incredibile, entrambi stanno guidando molto bene e sicuramente domani saranno molto competitivi. Si preannuncia una gara decisamente divertente!”
mi è sembra un bonus inaspettato che sarà molto utile per domani. A parte gli ultimi due anni ho sempre fatto fatica nella mia gara di casa mentre gli italiani e gli spagnoli sembrano avere una marcia in più quando sono sul loro terreno. Il tifo per Dani e Jorge qui è incredibile, entrambi stanno guidando molto bene e sicuramente domani saranno molto competitivi. Si preannuncia una gara decisamente divertente!”
 
 
Valentino Rossi: “Sono leggermente insoddisfatto perché abbiamo avuto un po’ di problemi. Non è stata una buona giornata, anche perché c’era molto vento, il che ha reso le cose più difficili! Ieri siamo stati veloci sin dall’inizio e speravamo di continuare nello stesso modo oggi, ma abbiamo invece perso un po’ di confidenza e non sono stato in grado di guidare e spingere come avrei voluto. Attualmente non sono contento dell’assetto scelto per la gara, per cui dobbiamo lavorare per capire meglio la situazione e migliorarla perché domani dobbiamo essere più veloci. Ora non ci resta che fare un lungo meeting per provare a trovare una soluzione in tempo per il warm up di domani mattina”.
 
Le libere
1 Jorge Lorenzo (SPA Fiat Yamaha) 1’38”933
2 Dani Pedrosa (SPA Honda Repsol) a 0”051
3 Casey Stoner (AUS Ducati Marlboro) a 0”482
4 Valentino Rossi (ITA Fiat Yamaha) a 0”709
5 Randy De Puniet (FRA Honda LCR) a 0”873
6 Loris Capirossi(ITA Rizla Suzuki) a 0”929
7 Colin Edwards (USA Yamaha Tech 3) a 0”993
8 Andrea Dovizioso (ITA Honda Repsol) 1”033
9 Toni Elias (SPA Honda Gresini San Carlo) a 1”179
10 Chris Vermulen (AUS Rizla Suzuki) a 1”252
11 Marco Melandri (ITA Kawasaki Hayate) a 1"448
12 Sete Gibernau (SPA Ducati Hernando) 1”507
13 Yuki Takaashi (JPN Honda Scot) a 1”666
14 James Toseland (GBR Yamaha Tech 3) a 1”737
15 Alex De Angelis (RSM Honda Gresini San Carlo) a 1”863
16 Nicky Hayden (USA Ducati Marlboro) a 2”020
17 Mika Kallio (FIN Ducati Pramac) a 2”305
18 Niccolo Canepa (ITA Ducati Pramac) a 2”320


© Riproduzione Riservata.