BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORMULA 1/ Montecarlo: la parola ai protagonisti

Pubblicazione:

Jenson Button: "Gara perfetta, mentre Rubens ha avuto qualche problema con le gomme per me è andato tutto alla perfezione, e sono davvero contento del fatto che la macchina stia crescendo in questa fase cruciale della stagione. A Montecarlo le difficoltà sono sempre quelle, il traffico ed i muri che sembrano sempre più vicini, e negli ultimi giri un po' di timore c'è sempre. Ma è andato tutto perfettamente ed eccoci a festeggiare un'altra fantastica ed importantissima vittoria".

 
Rubens Barrichello:"E' stato importante partire bene e sopravanzare Kimi, ma i primi giri alle spalle di Jenson mi hanno creato qualche problema con l'aerodinamica e di conseguenza con le gomme posteriori, per cui prima del pit stop avevo grosse difficoltà e lì ho perso terreno da Jenson. Ma la squadra ha fatto un grande lavoro per tutto il week end, e ne sono orgoglioso."
 
Ross Brawn: "Week end perfetto, siamo arrivati ad un terzo di stagione con ottimi risultati, ed il merito è di tutto il team. Ora in classifica abbiamo un vantaggio importante da gestire".
 
Kimi Raikkonen: “Non posso essere contento per un terzo posto perché il mio obiettivo è sempre quello di vincere ma questo podio rappresenta comunque una bella soddisfazione per tutta la squadra dopo un inizio di stagione molto difficile. Sono contento che siamo tornati a competere per le prime posizioni. Nelle ultime settimane abbiamo fatto un bel passo avanti in termini di prestazione e questo risultato ne è una conferma. Dobbiamo ancora lavorare per recuperare rispetto ai migliori ma stiamo andando nella giusta direzione. In questo weekend se certi dettagli fossero andati in maniera diversa il risultato sarebbe stato differente, penso alla pole sfuggita per un soffio o al secondo pit-stop in cui ho perso qualche secondo, ma, tutto sommato, dobbiamo essere soddisfatti”.
 
Felipe Massa: “Sono molto soddisfatto della prestazione odierna. La macchina era molto competitiva: si vede che stiamo crescendo e presto spero che potremo tornare a lottare per la vittoria. All’inizio ho perso tanto tempo dietro a Vettel e poi, a causa di un mio errore, mi sono fatto anche superare da Rosberg ma dopo ho rimontato velocemente e penso che avrei potuto superare anche Kimi. Nei tre giri che avevo in più rispetto a lui in occasione della seconda sosta mi sono ritrovato subito alle spalle di Button e allora non sono riuscito a sfruttare questa possibilità. Partire con le gomme più dure è stata la scelta migliore; ci manca ancora un po’ di carico aerodinamico per essere al livello della Brawn ma è presto per poterci dire la seconda forza del campionato. Quello che è certo è che stiamo lavorando bene e sono sicuro che presto vedremo ulteriori frutti.”
 
Mark Webber: “Onestamente siamo abbastanza soddisfatti del quinto posto, è positivo segnare punti dopo una difficile sessione di qualifiche. I ragazzi hanno lavorato come pazzi questo weekend per montare molte parti nuove per cui era importante ottenere dei punti. Nelle prossime gare saremo di nuovo forti.”
 
Nico Rosberg: "Devo essere contento del sesto posto oggi, di più non era possibile e abbiamo fatto del nostro meglio date le circostanze. Ho fatto una grande partenza, ma sono riuscito a piazzarmi bene nella prima fase della gara. Poi abbiamo fatto uno stint più lungo nel tratto centrale con le gomme dure dal momento che eravamo preoccupati per la durata delle morbide, ma sembrano aver tenuto molto meglio del previsto nell'ultimo stint. E’ sempre divertente correre qui, è una grande sfida che richiede precisione".
 
Jarno Trulli: "E' stata una gara difficile per me, come previsto dopo le qualifiche. E' sempre molto dura partire dal fondo e la mia strategia non ha funzionato. Mi è parso di essere sempre nel posto sbagliato al momento sbagliato con il traffico, il che ovviamente è un problema reale su questo circuito. Ogni volta che mettevo insieme una buona serie di giri dovevo rallentare di nuovo a causa di vetture più lente davanti e qui è impossibile superare. Ora questo weekend difficile è finito e dobbiamo dimenticarlo per concentrarci sulla prossima gara dove sono certo che saremo più competitivi".
 
Fernando Alonso: "E' stata una gara difficile e combattuta dall'inizio, ma la macchina ha funzionato bene durante tutta la gara. Avevamo una buona strategia, ma qui a Monaco è fondamentale la posizione in partenza e quindi guadagnare due posizioni in gara è un risultato soddisfacente. La mia motivazione e quella della squadra sono alte. Abbiamo molti aggiornamenti per le prossime gare e siamo fiduciosi per la seconda parte della stagione."
 
Lewis Hamilton: "E' stata una gara estremamente dura. Ho corso con tutto il mio cuore e sono soddisfatto della mia prestazione di oggi. Ho danneggiato una paratia della mia ala anteriore abbastanza presto quando mi sono toccato con una BMW. Di conseguenza ho avuto molto sottosterzo per tutto la gara, montando una nuova ala è andata molto meglio ma non è bastato. Negli ultimi giri, le mie gomme stavano finendo come quelle di Nick ed era troppo difficile tentare un sorpasso. Congratulazioni a Jenson e a tutto il team Brawn GP, stanno facendo chiaramente un lavoro fantastico quest'anno".
 
Sebastian Vettel: “Non c’è molto da dire. Forse ho frenato un po’ troppo tardi, ho bloccato le ruote posteriori, ho perso il controllo della macchina e ho colpito il muro. Ovviamente avevamo già perso molto tempo nel primo stint perché eravamo con le gomme soft. Eravamo fiduciosi che potessero funzionare nel primo stint breve, ma non è stato così. Ovviamente è deludente, ma a volte succede. A Monaco si paga il prezzo per ogni minimo errore.”


© Riproduzione Riservata.