BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MOTO GP/ La Ducati in cerca di riscatto a Laguna Seca

Pubblicazione:

Stoner%20in%20azione_R375.jpg

Il GP degli Stati Uniti è sicuramente uno dei Gran Premi più attesi e significativi sia per Ducati sia per i suoi piloti. E’ una delle due gare di casa di Nicky Hayden, teatro della sua prima vittoria in assoluto nella categoria, nel 2005, e di un identico risultato nel 2006 mentre si avviava alla conquista del titolo mondiale. Casey Stoner ne ha raccolto il testimone vincendo nel 2007, mentre, l’anno scorso, è stato protagonista di un epico duello con Valentino Rossi, concluso prematuramente da un’uscita di pista e da una conseguente caduta. I due tuttavia avevano tenuto un passo talmente elevato che l’australiano è stato in grado di riprendere la pista e concludere sul secondo gradino del podio. L’appuntamento “a stelle e a strisce” è altrettanto significativo per la Casa di Borgo Panigale che negli Stati Uniti ha uno dei suoi mercati di riferimento più importanti, e dove il marchio Ducati si è affermato da tempo come sinonimo di qualità, tecnologia ed esclusività, i segni distintivi del migliore “Made in Italy”.

 

Casey Stoner

“Nelle ultime due gare abbiamo avuto degli alti e bassi che ci hanno impedito di dimostrare tutto il nostro potenziale. Abbiamo lavorato molto sulla moto, riuscendo a trovare un’ottima messa a punto per la gara in entrambe le occasioni, ma io non ero al massimo della forma quando è stato il momento di sfruttare il lavoro fatto. Da Assen siamo venuti subito in America, non c’è stato molto tempo per recuperare quindi, anche se ora mi sembra di stare meglio, vista l’esperienza dello scorso week-end cercheremo di non sottovalutare eventuali sintomi negativi, se compariranno. La pista di Laguna, con i suoi saliscendi naturali, mi è sempre piaciuta molto, così come correre in America, e inoltre la Ducati qui è sempre andata molto bene. Potenzialmente possiamo puntare a fare un buon risultato ma aspettiamo di scendere in pista e vedere come si mettono le cose”.

 

Nicky Hayden

“Abbiamo ancora molto lavoro da fare ma è stato bello vedere che nelle ultime settimane abbiamo fatto dei progressi. A Laguna dobbiamo fare un altro grande passo in avanti. Non ho in mente nulla di particolare e so che sarà dura, ma farò quello che so fare: continuare a crederci e a lavorare duramente per arrivare dove voglio arrivare. Laguna è una grande pista, con un layout che ti mette alla prova. E’ diversa dalla maggior parte degli altri tracciati che hanno in genere delle sezioni distinte. Laguna è come un unico lungo “split”, da fare tutto d’un fiato se vuoi fare un buon tempo: non è veramente possibile o facile scomporre il giro in diverse parti. Quest’anno si corre nel fine settimana del 4 luglio ed è assolutamente perfetto perché non riesco a pensare ad un modo migliore per celebrare una festa! Ma ci sono tante altre cose che renderanno speciale questa settimana, come avere vicino i miei fratelli che corrono nel Campionato AMA. Inoltre sarà la prima volta che i miei tifosi mi vedranno sulla Ducati che a sua volta in America è un marchio che ha tantissimi sostenitori… Insomma niente previsioni ma gas aperto e staremo a vedere come andrà!”

 

Livio Suppo (Direttore del Progetto MotoGP)

“E’ sempre bello correre a Laguna, e quest’anno lo sarà particolarmente visto che abbiamo in squadra Nicky! Faremo di tutto per mettere Casey nelle condizioni fisiche migliori e per far sì che Nicky possa esprimersi ai suoi livelli sulla sua pista preferita, dove in passato ha vinto due bellissime gare. La moto sta crescendo e siamo fiduciosi che si possa far bene con entrambi i nostri piloti”.



© Riproduzione Riservata.