BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORMULA 1/ La parola ai protagonisti del Gp di Turchia

Pubblicazione:

Jenson Button (Brawn GP): "Oggi avrei voluto avere tutta la squadra con me sul podio ! E’ una vittoria per tutti noi qui in pista e per quelli alla fabbrica di Brackley e alla Mercedes-Benz High Performance Engines di Brixworth. Abbiamo mostrato quello che la macchina e il motore possono fare e battere i nostro rivali diretti è una sensazione fantastica. Ho fato una bella partenza dal lato sporco della pista, è stato molto importante mantenere la seconda posizione nella prima curva. Nel primo giro ne ho approfittato quando Sebastian è andato largo e da quel momento ho controllato la gara. Quando abbiamo saputo che Sebastian avrebbe fatto tre soste abbiamo riempito la vettura al primo pit-stop e abbiamo solo cercato di essere il più possibile costanti per tenerlo dietro. Non è bello vedere una macchina che t’insegue da vicino, anche se si sa che ha poca benzina a bordo, ma quando si è fermato ho potuto spingere più forte. La monoposto è stata fantastica, nell’ultimo stint sono riuscito a mollare per risparmiare il motore. E’ la prima volta in cui la vettura è stata perfetta per me. Andare a Silverstone da leader è una sensazione eccezionale, ma sappiamo di dover continuare a spingere per mantenere il nostro vantaggio."

 

Mark Webber (Red Bull): "Una buona gara. Nel primo stint ho dovuto resistere a lungo e ha funzionato bene, sono riuscito a tenere un giro in più e questo mi ha aiutato a guadagnare del tempo. Conoscevo la strategia di Sebastian e sapevo di poter finire sul podio. Sia io che Sebastian sapevamo che ormai la prima posizione era persa e si è trattato di sapere chi finiva dietro Jenson, era su un altro pianeta ! Il secondo stint è stato cruciale, ho dovuto spingere parecchio. Quando si è su una strategia diversa, l’avversario è quasi invisibile fino al primo pit-stop, ma il mio ingegnere mi ha aggiornato su quanto stava accadendo. Nello stint intermedio sono andato abbastanza bene per superare Sebastian alla sosta seguente. Alla fine abbiamo diminuito il motore portando la vettura all’arrivo."

 

Sebastian Vettel (Red Bull): "La partenza ha funzionato, ero davanti ma alla curva 9 ho quasi perso la macchina nel corso del primo giro. E’ stato un mio errore, e ho fatto quasi la stessa cosa nel secondo giro. La situazione era insidiosa ma credo che anche senza questo non avrebbe fatto una grande differenza, Jenson era troppo veloce. Ho pensato che la strategia poteva essere portata a due soste, ma non è stato così. Nel secondo stint sono rimasto bloccato dietro Jenson che era più pesante e questo ha permesso a Mark di passarmi. Tuttavia, è un buon risultato per il team, possiamo essere soddisfatti."

 

Jarno Trulli (Toyota): "Sono soddisfatto del risultato e anche della macchina. Abbiamo lavorato duramente per trovare più prestazioni ed è fantastico tornare a lottare per il podio. Al team va molto credito per i miglioramenti apportati per questo weekend, inclusi gli ingegneri che hanno compiuto un passo in avanti con le nostre partenze. La mia è stata incredibile, ho guadagnato due posizioni nella prima curva, ma nel primo giro ho faticato molto coi freni che si bloccavano e sono retrocesso al quarto posto. In seguito ho trovato un buon ritmo e ho lottato con Nico Rosberg. Al primo pit-stop mi ha passato, ma nel secondo sono tornato davanti. Nel finale ero molto competitivo quando c’era molta gomma al suolo. Ho iniziato il weekend con un feeling positivo e abbiamo trovato velocemente il giusto set up, quindi sono estremamente contento di tornare a questo livello di competitività."

 

Nico Rosberg (Williams): “Sono felice del quinto posto perché è un buon risultato per il team. Ho avuto un ottimo inizio e devo ringraziare i miei tecnici perché è andata esattamente come sperato e nel primo giro sono riuscito a recuperare quattro posizioni. E'stato difficile andare oltre, Trulli ha avuto oggi una macchina davvero veloce. Mi auguro che riusciremo a mantenere questo slancio e punti ad ogni gara. Al momento direi che possiamo essere costantemente tra i primi otto."

Felipe Massa (Ferrari): “E’ stata una giornata molto difficile per noi. Dobbiamo accettare il fatto che il sesto posto era il massimo che potevamo ottenere perché non siamo stati abbastanza veloci per lottare con chi ci ha preceduto. Dobbiamo continuare a spingere sullo sviluppo della macchina per recuperare quello che ci manca in termini di prestazione, già a partire dalla gara di Silverstone. Fin da venerdì è stato complicato trovare il modo di far lavorare bene le gomme: ad esempio, oggi le morbide sono sembrate andare meglio che nei giorni scorsi ma usarle già dalla partenza sarebbe stato un rischio perché il degrado, fino a ieri, sembrava essere abbastanza significativo.

 

Robert Kubica (BMW): "Finalmente a punti. Credo di aver fatto una buona gara oggi. Il mio ritmo è stato buono e non ho fatto errori. La gara e' stata molto difficile dall'inizio perché ho avuto sempre qualcuno alle spalle e il minimo errore mi sarebbe costato una posizione. E' stato difficile mantenere il passo. Tuttavia il settimo posto è un chiaro passo avanti e ora dobbiamo proseguire con lo sviluppo."

 

Kimi Raikkonen (Ferrari): “Non è stata certamente la gara che ci aspettavamo e che volevamo fare. Il primo giro è stato decisivo per me: ho perso delle posizioni preziose e poi non è stato più possibile recuperare perché oggi non eravamo abbastanza veloci. In queste settimane abbiamo migliorato molto la nostra prestazione ma non siamo ancora all’altezza dei migliori, soprattutto in circuiti come questo. Non è mai facile recuperare competitività perché gli altri, nel frattempo, non stanno mica fermi come sviluppo. Non dobbiamo reagire in maniera negativa dopo un weekend come questo ma continuare a restare concentrati e credere nelle nostre possibilità: sono sicuro che ritorneremo presto a lottare per i primi posti. Non sarà facile ma ho fiducia in questa squadra.”

 

Fernando Alonso (Renault): "Naturalmente mi sento frustrato per non essere riuscito a finire nei punti, ma ad essere onesti non potevamo aspettarci di piu' oggi. Abbiamo iniziato dalla ottava posizione e con la macchina più leggera sulla griglia siamo stati penalizzati perché dopo la prima sosta non siamo riusciti a tenere il passo dei primi. Abbiamo quindi bisogno di migliorare in fretta. Speriamo che le modifiche previste per Silverstone saranno significative per cambiare la nostra situazione per la seconda parte della stagione."

 

Lewis Hamilton (McLaren): "E' stata una gara senza colpi di scena. Ero pesante in partenza ma ho spinto il più possibile. Ho guidato al massimo del mio potenziale. La cosa più importante è tenere la testa alta e continuare a spingere. Il mio ruolo d'ora in poi sarà quello di aiutare il team a risolvere i problemi con la vettura di quest'anno e preparare quella dell'anno prossimo nel migliore dei modi. Quando il team mi darà una vettura per vincere, vincerò. Ora guardiamo avanti a Silverstone, auguro a Jenson il meglio: ha fatto un lavoro fantastico oggi. Personalmente, spero di dare una grande soddisfazione ai miei tifosi. Spero non smettano di tifare per me".

 

 

 



© Riproduzione Riservata.