BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AUTO/ Audi A5 Sportback: sintesi perfetta

Pubblicazione:

Audi%20A5%20Sportback_R375.jpg

La Audi, presenta una nuova pietra miliare nel design automobilistico: la A5 Sportback, coupé a cinque porte dal design elegante con linee filanti. A cominciare dalla linea del tetto, più basso di 36 millimetri rispetto a quello della A4 berlina, per proseguire con corti sbalzi anteriori, il lungo passo, la carreggiata larga e le quattro portiere senza cornici per i cristalli dal look slanciato: insomma, una vettura che si fa apprezzare per la sua sportività elegante. Il frontale è caratterizzato dalle linee orizzontali, con la griglia single-frame incorniciata da uno stretto profilo in alluminio anodizzato che presenta in primo piano dei listelli trasversali. Le due linee laterali in rilievo mettono in risalto la calandra single-frame, proseguono poi sul cofano motore tracciando una V. I fari sono dei piccoli capolavori di tecnologia. Un elemento cromato, chiamato “wing”, separa i singoli corpi luce e conferisce ai gruppi ottici un look inconfondibile. La fascia delle luci diurne dalla caratteristica linea Audi sono di serie come i fendinebbia che, incastonati in discreti anelli cromati, sono sistemati nelle prese d’aria laterali. Nei fari Xenon plus (di serie) è integrata la fascia costituita da LED, che generano le luci per la marcia diurna e si contraddistinguono per il look e per il consumo particolarmente ridotto. Per tutte le varianti sono inoltre disponibili i fari direzionali adattivi “adaptive light”. Anche nelle fiancate la A5 Sportback rivela immediatamente il suo carattere sportivo. I cerchi di grandi dimensioni, da 17” di serie, a richiesta fino a 20”, sono incastonati in una carrozzeria possente, slanciata dalla fascia dei finestrini e dal montante posteriore che confluisce nella coda formando un’onda lunga ed elegante. Il montante integra un terzo piccolo cristallo laterale, la cui punta rivolta verso l’alto rievoca un dettaglio della Audi 100 Coupé S del 1969. Questa coupé a cinque porte vince facilmente la sfida con il vento grazie al coefficiente di resistenza aerodinamica Cx di 0,29 e a una superficie frontale di 2,18 m2 per il quattro cilindri. Il complesso lavoro di precisione effettuato nella galleria del vento, che ha riguardato tra l’altro anche il sottoscocca rivestito, ha consentito di ottimizzare il flusso d’aria.

 

Sicurezza al top

La Audi A5 Sportback protegge i suoi passeggeri con le tecnologie più moderne. In caso di impatto frontale si attivano gli airbag fullsize: la centralina rileva tramite un sensore la posizione dei sedili e può regolare in modo adattativo il processo di attivazione di cinture e airbag. In questo modo è garantita la migliore protezione possibile per i passeggeri in qualsiasi configurazione di impatto. In caso di impatto laterale si attivano gli airbag laterali disposti nei sedili anteriori e il grande sistema di airbag per la testa. In caso di tamponamento è invece prevista l’attivazione dello speciale sistema di appoggiatesta integrale sui sedili anteriori. Grazie a questa tecnologia, gli appoggiatesta sostengono con sicurezza la testa e riducono il rischio di traumi cervicali. Interni confortevoli e funzionali Gli interni della A5 Sportback sono il frutto di eleganti soluzioni di design, ergonomia perfetta, materiali raffinati e qualità di lavorazione eccelenti. Le bordature cromate a goccia incorniciano i due strumenti principali e gli indicatori supplementari; il monitor di bordo centrale posizionato in alto è di serie, così come il volante sportivo in pelle a tre razze (multifunzionale per i motori V6). Fa parte della strumentazione di bordo di tutte le versioni anche il sistema di comando MMI, confortevole e accuratamente studiato. Il bagagliaio rappresenta un altro punto di forza della Audi A5 Sportback. L’ampio portellone con chiusura elettrica dà l’accesso a un vano bagagli generoso e versatile, con pareti piane rivestite di materiali raffinati nel colore dell’allestimento interno. La sua larghezza di carico è esattamente di un metro e la soglia di carico, coperta da un listello protettivo in acciaio inossidabile, è bassa. Di base la capacità del bagagliaio è di 480 litri. Ribaltando con una semplicissima operazione gli schienali dei sedili posteriori, si arriva a 980 litri. Tra i dettagli pratici rientrano i ganci di serie per le borse della spesa e gli anelli di fissaggio per i carichi più voluminosi.

 

Motorizzazioni con tecnologia di ultima generazione

Tutti i motori sono caratterizzati dall’iniezione diretta del carburante. I Diesel sono TDI e i benzina FSI; sono tutti omologati alla normativa sulle emissioni Euro 5 e sono dotati di un sistema che recupera energia in frenata e in decelerazione e la accumula temporaneamente nella batteria. Inizialmente la Audi propone due motori a benzina e tre propulsori TDI; la motorizzazione 2.0 TFSI 180 CV e il 2.0 TDI 143 CV trazione anteriore multitronic verranno poi lanciate in autunno e altri tre motori saranno disponibili dalla metà del 2010. Le varianti a benzina – il 2.0 TFSI 211 CV e il 3.2 V6 FSI 265 CV, sono dotate di sistema di fasatura “Audi valvelift system” che regola in modo variabile l’alzata delle valvole. Questa intelligente tecnologia migliora le prestazioni contenendo al tempo stesso i consumi. Il modello 2.0 TDI eroga una potenza di 170 CV e consuma in media 5,2 litri di carburante ogni 100 chilometri. Vanta, inoltre, il sistema Start & Stop che incrementa ulteriormente il rendimento, soprattutto nel traffico urbano. Ancora maggiore potenza è offerta dal 2.7 TDI 190 CV. Mentre il 3.0 TDI, in combinazione con S tronic, raggiunge i 240 CV. Il top di gamma Diesel scarica la coppia sull’asfalto servendosi, così come le versioni a benzina, della trazione integrale permanente quattro. Per le due motorizzazioni più potenti, benzina e Diesel, l’innovativo differenziale sportivo, che ripartisce la coppia in modo variabile tra le ruote posteriori, è un optional che assicura ancora più dinamismo, piacere di guida e sicurezza. Il due TDI a trazione anteriore (2.0 TDI e 2.7 TDI) e il 2.0 TFSI (211 CV) nella versione a trazione anteriore attesa per l’autunno, sono dotati di un’ulteriore innovazione firmata Audi: il programma elettronico di stabilizzazione (ESP) che, con il suo meccanismo elettronico di bloccaggio trasversale sull’asse anteriore, assicura una maggiore agilità impedendo comportamenti sottosterzanti. Il perfetto completamento di questa dotazione tecnologica è il sistema “Audi drive select”: il conducente può scegliere la risposta del motore, i punti di innesto del cambio S tronic a sette rapporti e la taratura del servosterzo di serie servotronic ad azione variabile in funzione della velocità. Grazie al suo concetto modulare, il sistema può funzionare in combinazione con una o più delle tre seguenti tecnologie: il differenziale sportivo, la regolazione adattiva degli ammortizzatori e lo sterzo dinamico ad assistenza variabile.

 

Recupero dell’energia di serie

Per la A5 Sportback la Audi fa ricorso a nuove tecnologie che fanno parte del suo sistema d’efficienza modulare. Tutte le varianti sono dotate di un sistema di recupero che sfrutta l’energia cinetica in fase di decelerazione. In fase di rilascio e di frenata l’alternatore converte l’energia cinetica in energia elettrica che viene temporaneamente accumulata nella batteria. Quando poi la coupé a cinque porte accelera nuovamente, la batteria restituisce questa energia, alleggerendo così l’alternatore che viene azionato dal motore, riducendo i consumi. In tutti i modelli con cambio manuale è inoltre presente un indicatore che consiglia al conducente la marcia da innestare per viaggiare in modo più efficiente. La A5 Sportback abbinata ai quattro motori da 2,0 litri e al cambio manuale viene offerta di serie con il nuovo sistema Start & Stop della Audi. Quando la vettura si ferma al semaforo o a un incrocio con la leva del cambio in folle e senza pedale della frizione premuto, la centralina del sistema spegne il motore. Su un pendio o in discesa l’impianto mantiene la pressione frenante, a meno che la pendenza sia superiore al 10%. Il motore si riaccende non appena il conducente preme la frizione. Un motorino d’avviamento particolarmente potente compie questa operazione rapidamente e nel massimo comfort.

 

Consegne a partire da settembre e in vendita da subito con prezzi da 38.330 euro per la 2.0 TDI 170cv a trazione anteriore e 48.930 euro per la 3.0 TDI quattro S Tronic.



© Riproduzione Riservata.