BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AUTO/ Alleanza Renault-Nissan con A2A per lo sviluppo di veicoli elettrici

Pubblicazione:

Kangoo%20elett_R375.jpg

Un protocollo d’intesa per lo sviluppo di una mobilità a “zero emissioni” è stato siglato tra Renault-Nissan e A2A, multiutility leader nella distribuzione dell’elettricità in Lombardia e leader nazionale nel settore ambientale. Renault-Nissan e A2A coopereranno per porre in atto le condizioni favorevoli all’introduzione sul mercato dei veicoli elettrici e alla promozione del loro utilizzo. Il progetto, che nella sua fase pilota (2010) coinvolgerà inizialmente le città di Milano e Brescia, prevede una collaborazione tra l’Alleanza Renault-Nissan e A2A per: - implementare un’infrastruttura di ricarica all’avanguardia. A tal fine, A2A sta definendo degli accordi con partner tecnologici per la fornitura dell'infrastruttura di ricarica (colonnine di ricarica per luoghi pubblici, colonnine/quadri di ricarica per parcheggi aziendali, quadri di ricarica per abitazioni); - definire e sperimentare servizi elettronici di pagamento innovativi, con lo scopo di rendere facile l’accesso al servizio di ricarica; - svolgere attività di educazione e sensibilizzazione dei consumatori sui veicoli elettrici, sul loro positivo ruolo in termini di tutela dell’ambiente e di risparmio per il cliente nei consumi e nel costo di utilizzo; - approfondire con le amministrazioni pubbliche misure a sostegno dell’acquisto e dell’utilizzo dei veicoli elettrici. Le prime sperimentazioni sul campo avranno luogo nel corso del 2010, mediante una flotta di veicoli elettrici che sarà resa progressivamente disponibile. I veicoli elettrici, con emissioni zero in fase di utilizzo, e particolarmente silenziosi, rappresenteranno una rivoluzione a tutela dell’ambiente alla portata di un vasta clientela. Forti di 10 anni di partnership, Renault e Nissan stanno collaborando con governi, amministrazioni locali e società energetiche, in vista della commercializzazione di massa di una gamma completa di veicoli elettrici entro il 2012. Renault-Nissan ha già siglato più di 30 accordi a livello mondiale e programma di lanciare il suo primo veicolo elettrico nel 2010.

“La partnership con A2A rappresenta un importante passo verso il lancio dei veicoli elettrici Renault nell’immediato futuro e verso la concreta realizzazione di una mobilità a emissioni zero in Italia” ha affermato Jacques Bousquet, Direttore Generale di Renault Italia. “Milano e, più in generale, la Lombardia sono il contesto ideale per sperimentare i veicoli elettrici, in virtù di una forte sensibilità delle amministrazioni e dei cittadini verso le tematiche ambientali e verso uno sviluppo sostenibile. Siamo soddisfatti di poter collaborare con A2A nel realizzare le soluzioni tecnologiche e commerciali idonee per fare dell’auto elettrica una rivoluzione della mobilità vantaggiosa per l’ambiente e per gli automobilisti”.

A2A investe nella sperimentazione come primo passo nella creazione di una infrastruttura capillare di ricarica al fine di sviluppare una rete “point-to-point” sul territorio tra i principali comuni della Lombardia, in un’ottica di sviluppo sostenibile e di contenimento delle emissioni inquinanti. “A2A ha fatto della sostenibilità la sua missione - commenta Giuliano Zuccoli, Presidente del Consiglio di Gestione A2A. L’auto elettrica riceverà un forte impulso dalla crisi in atto. Noi operatori elettrici dobbiamo essere pronti, anzi dobbiamo essere facilitatori del salto tecnologico, dotando per tempo le città delle infrastrutture necessarie per questa nuova mobilità. A2A offre, perciò, la disponibilità ad investire nelle infrastrutture, per diventare un promotore attivo di efficienza energetica e di riduzione delle emissioni nocive, ai Comuni di Milano e di Brescia (e in prospettiva a tutti i Comuni dove A2A è presente: Bergamo, Como, Monza, etc…), i quali con questo progetto pilota possono porsi all’avanguardia nella sperimentazione con le più sensibili capitali europee (Berlino, Londra, Parigi). Abbiamo pertanto l’ambizione di estendere la sperimentazione al cuore della Lombardia. La "città infinita", come gli urbanisti chiamano ormai l’agglomerato urbano della pianura padana, è una magnifica palestra, un sistema a rete ideale per sperimentare la diffusione di massa dei nuovi veicoli ecologici.”

< br/>
© Riproduzione Riservata.