BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORMULA 1/ Luca Badoer pronto al debutto con la Ferrari F60: “Sarà una sfida durissima”

Pubblicazione:

Luca%20Badoer%20F60_R375.jpg

Ora che Badoer fa parte a tutti gli effetti dello schieramento, lunedì e martedì ha preso parte ad un evento promozionale a Fiorano, al fine di realizzare un servizio su di lui nell’ambito delle corse. Come previsto dal regolamento sportivo sui test, l’italiano ha completato non più di 100 chilometri al giorno al volante della F60, che montava gomme dimostrative. La realizzazione del filmato ha permesso a Luca di riabituarsi alla vettura, con la quale quest’anno era riuscito a completare solo pochi chilometri. La chiusura della fabbrica ha significato che Badoer non ha nemmeno potuto parlare con gli ingegneri di pista e questo è stato un altro grande problema da affrontare negli ultimi due giorni. Ha passato qualche giorno al simulatore statico per avere un’impressione generale del circuito cittadino di Valencia. “Sono molto motivato nell’approfittare di questa opportunità, anche se so che sto affrontando una sfida durissima, specialmente per quel che riguarderà i primi due giorni a Valencia” ha detto Luca sul sito della Ferrari. “Sarà effettivamente come una sessione di test per me, ma farò del mio meglio per fare un buon risultato. Devo dire che il mio primo pensiero quando scenderò in pista sarà per Felipe, perché mi sono davvero spaventato quando ho visto il suo incidente. Sono felice che stia recuperando bene e spero che sarà di nuovo in pista il prima possibile. Devo anche aggiungere che sto pensando anche a Michael, perché mi sono allenato assieme a lui nelle ultime settimane, e so bene quanto volesse tornare in pista e quanti sforzi ha fatto per prepararsi al meglio. Anche se la sua decisione mi ha dato la grande opportunità di correre per la Scuderia, mi dispiace molto per lui, perché non solo siamo amici, ma sono un suo grande estimatore. Infine, voglio ribadire la mia gratitudine a Luca di Montezemolo e Stefano Domenicali per avermi dato l’opportunità di realizzare il mio sogno d’infanzia”. Tutte le squadre hanno un numero di dati limitati per quel che riguarda il circuito di Valencia, avendo corso qui una volta sola ed è molto inusuale per essere un circuito cittadino, perché le vetture raggiungono velocità più elevate e ci sono molte più vie di fuga rispetto a Monaco e Singapore. La F60 avrà nuove componenti, rispetto alla configurazione vista a Budapest. Come risultato del lavoro aerodinamico e dei test condotti prima del Gran Premio d’Ungheria, la vettura presenterà modifiche all’ala anteriore e posteriore e al diffusore.



© Riproduzione Riservata.